FOG Triennale Milano Performing Arts

© Alessandro Gottardo

La quinta edizione di FOG Triennale Milano Performing Arts – il festival di Triennale dedicato alle più interessanti e coinvolgenti espressioni di teatro, danza, performance e musica – conferma anche quest'anno la propria vocazione internazionale e pluridisciplinare producendo e ospitando artisti provenienti da Stati Uniti, Argentina, Francia, Svizzera, Germania, Mali, Giappone, Iran, Cipro, Spagna, Austria, Regno Unito, Paesi Bassi, Taiwan e Italia.

© Marco Ghidelli

Spettacolo

Brevi interviste con uomini schifosi

David Foster Wallace
Daniel Veronese

Con umorismo feroce e impietoso, il maschio contemporaneo è ritratto come un essere debole e incapace di costruire relazioni armoniose con le donne.

© Marco Ghidelli

© Marco Ghidelli

Incontro

Lino Musella e Paolo Mazzarelli in dialogo con Sara Chiappori

© Marco Ghidelli

© To the Moon

Installazione

To the Moon

Laurie Anderson
Hsin-Chien Huang

To the Moon è un’avventura immersiva in realtà virtuale. Un'esperienza unica e sorprendente che catapulta lo spettatore fuori dall’atmosfera terrestre, lo accompagna sulla superficie lunare, lo solleva e poi lo butta giù da una delle sue vette. 

© To the Moon

© Paula Court

Spettacolo

Queens Row

Richard Maxwell
New York City Players

Senza cadere in cliché di commiserazione e consolazione, in Queens Row il regista Richard Maxwell, artista di culto della scena americana, visualizza con maestria un futuro che conferma molte delle paure più torve di oggi, lasciando che un raggio di speranza entri in questo buio.

© Paula Court

© Richard Maxwell

Incontro

Richard Maxwell in dialogo con Caterina Piccione

© Richard Maxwell

© Marc Domage

Spettacolo

SOMNOLE

Boris Charmatz

Nel solo SOMNOLE, Boris Charmatz – uno dei più celebrati coreografi francesi del panorama contemporaneo – indaga lo stato transitorio dell’ibernazione, osservando ciò che succede al di sotto della superficie, dal sognare a occhi aperti all’urlo del risveglio.

© Marc Domage

Magali Caillet Gajan

Laboratorio

Workshop con Magali Caillet Gajan – Esplorazione dei principi della ricerca coreografica di Boris Charmatz

Magali Caillet Gajan

© Marc Domage

Incontro

Boris Charmatz in dialogo con Carolina Lombardi e Francesca Pedroni

© Marc Domage

© Alessandro Sciarroni

Spettacolo

Dialogo Terzo: IN A LANDSCAPE

Alessandro Sciarroni
CollettivO CineticO

La determinazione sembra tendere alla sparizione, a un’estinzione volontaria del soggetto. La danza si fa atto di amore estremo e, come nella musica di Cage, diventa ponte che connette a una dimensione sublime.

© Alessandro Sciarroni

© Pietro Tauro

Laboratorio

Spettri, pupille e altre vertigini

CollettivO CineticO

© Pietro Tauro

© DeeMo

Concerto

Road to Polaris

Casino Royale
Venaus Quintet

I fili metropolitani del DNA urbano si fondono con quelli analogici degli archi del Venaus Quintet e con le percussioni dal sapore etnico di Miccolis, il tutto arrangiato e diretto dal M° Giorgio Mirto.

© DeeMo

© Julie Masson

Spettacolo

Aucune idée

Christoph Marthaler

Affidandosi alla musicalità e al lavoro ritmico degli artisti, la drammaturgia di Christoph Marthaler lascia spazio all’improvvisazione e all’ignoto, con momenti assurdi e grotteschi. Una pièce imperdibile di uno dei più grandi registi al mondo.

© Julie Masson

© Markus Selg and Rodrik Biersteker. Courtesy of the artists

Installazione

I AM (VR)

Susanne Kennedy – Markus Selg –
– Rodrik Biersteker

FOG porta per la prima volta in Italia l’opera di Susanne Kennedy, artista tra le più originali della scena mondiale.

© Markus Selg and Rodrik Biersteker. Courtesy of the artists

Romeo Castellucci © Eva Castellucci e Susanne Kennedy © I AM

Incontro

Susanne Kennedy in dialogo con Romeo Castellucci

Romeo Castellucci © Eva Castellucci e Susanne Kennedy © I AM

© Kevin Westenberg

Concerto

Charmed Life: The best of The Divine Comedy

Neil Hannon
The Divine Comedy

In prima italiana il concerto del cantautore nordirlandese Neil Hannon, che presenta dal vivo brani del suo ultimo album, Charmed Life: The best of The Divine Comedy, uscito il 4 febbraio 2022.

© Kevin Westenberg

© Radio Raheem

Concerto

Extended

Radio Raheem

Un “programma moltiplicato” che invita alla curiosità e alla sorpresa, che senza soluzione di continuità accoglie ed esplora al contempo suoni nuovi e suoni famigliari.

© Radio Raheem

© Anja Köhler

Performance

E Dio si riposò il settimo giorno

Silvia Costa

Silvia Costa, tra le artiste più interessanti della scena performativa contemporanea, presenta un progetto interattivo che indaga il legame familiare, inteso come un’impresa comune e un disegno collettivo.

© Anja Köhler

© Henri Coutant

Proiezione

Yasuke Kurosan, Never Twenty One, So Ava

Smaïl Kanouté

Trilogia di cortometraggi dell’artista e danzatore Smaïl Kanouté sul tema del colonialismo e della persistenza di riti ancestrali come affermazione identitaria.

© Henri Coutant

© Mark Maborough

Spettacolo

Never Twenty One

Smaïl Kanouté

Riprendendo l’hashtag #Never21 lanciato dal movimento Black Lives Matter, il lavoro di Smaïl Kanouté – per la prima volta in Italia – ricorda le vittime della violenza da arma da fuoco a New York, Rio de Janeiro o Johannesburg.

© Mark Maborough

© Mark Maborough

Laboratorio

Workshop con Aston Bonaparte / Masterclass Popping

© Mark Maborough

© Magali Dougados

Spettacolo

In Transit

Amir Reza Koohestani
Comédie de Genève

Amir Reza Koohestani Koohestani, tra i più acclamati autori e registi internazionali, mette in scena un lavoro recitato in più lingue, che riflette sul paradosso del raccontare una storia da un punto di vista interno, con tutte le implicazioni politiche del caso.

© Magali Dougados

© Andrea Macchia

Spettacolo

maqam

mk

Performance di matrice cross-culturale, maqam della compagnia italiana mk prende il titolo da una parola araba che indica, tra le altre cose, il sistema di organizzazione melodica della musica araba tradizionale, una tecnica di improvvisazione musicale praticata in tutto il Medio Oriente.

© Andrea Macchia

© Kunstenfestivaldesarts

Spettacolo

Dying on Stage

Christodoulos Panayiotou

Prendendo come punto di partenza il balletto classico La Bayadère di Rudolf Nureyev, la lezione-performance di Christodoulos Panayiotou – artista cipriota le cui opere sono state esposte alla Biennale di Venezia e a documenta a Kassel – riflette sull’impossibilità di rappresentare la morte sul palco.

© Kunstenfestivaldesarts

© Yvan Clédat

Performance

Les baigneurs

Clédat & Petitpierre

La coppia visionaria di artisti e coreografi Clédat & Petitpierre presenta in prima italiana Les baigneurs (“I bagnanti”), ispirato a un soggetto ricorrente della pittura moderna.

© Yvan Clédat

© Yvan Clédat

Incontro

Masterclass di Clédat & Petitpierre

© Yvan Clédat

© Yvan Clédat

Laboratorio

Workshop con Clédat & Petitpierre

© Yvan Clédat

© Alex Majoli

Proiezione

Milano

Romeo Castellucci – Yuri Ancarani – Scott Gibbons

Cento scheletri marciano per le strade di Milano in una notte di novembre. L’eloquenza muta del loro passaggio esprime ciò che non possono più dire. Hanno camminato per un’ora, percorrendo le piazze, i luoghi monumentali, i sagrati delle chiese.

© Alex Majoli

© Andrea Pizzalis

Spettacolo

La notte è il mio giorno preferito

Annamaria Ajmone

La coreografa Annamaria Ajmone presenta La notte è il mio giorno preferito, una riflessione sul rapporto con l’Altro attraverso una meditazione sugli animali e gli ecosistemi in cui vivono.

© Andrea Pizzalis

© Flora Yin Wong

Concerto

Flora Live

Flora Yin Wong

Nata a Londra ma di origini cinesi e malesi, Flora Yin Wong è un’artista del suono, DJ e scrittrice sperimentale, il cui lavoro combina field-recording e antichi strumenti tradizionali (come campane tibetane, yangqin e kemence) con elaborazioni elettroniche.

© Flora Yin Wong

© Lorenza Daverio

Concerto

Open Machine

Vittorio Cosma
The Goodness Factory

Un format inedito nel panorama italiano. Un happening di improvvisazione musicale in cui il pubblico si immerge nel processo di creazione artistica. Con Vittorio Cosma, Pacifico, Whitemary e Jeremiah Fraites dei Lumineers.

© Lorenza Daverio

© Sara Leghissa

Performance

Rettilario

Sara Leghissa

Con l’installazione performativa Rettilario, Sara Leghissa invita il pubblico a entrare in contatto con un ambiente che è al contempo naturale e artificiale, dando vita a un’esperienza percettiva singolare, che gioca su un principio di defamiliarizzazione.

© Sara Leghissa

© Alex Font

Spettacolo

Pasionaria

La Veronal

Un sensazionale lavoro dell'acclamata compagnia spagnola di danza contemporanea La Veronal, diretta da Marcos Morau. Pasionaria dipinge un mondo immaginario, forgiato da uno sforzo collettivo: il luogo che chiamiamo progresso.

© Alex Font

© Alex Font

Incontro

La Veronal in dialogo con Marilù Buzzi

© Alex Font

© Lorena Nogal

Laboratorio

Laboratorio con Lorena Nogal
LA VERONAL UNIVERSE

© Lorena Nogal

© Andrea Pizzalis

Spettacolo

Avremo ancora l’occasione di ballare insieme

Deflorian/Tagliarini

Coppia di autori, registi e performer tra le più apprezzate del teatro europeo, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini si confrontano con l’immaginario cinematografico di Federico Fellini e con il suo sguardo profondo nelle vite umane.

© Andrea Pizzalis

deflorian-tagliarini-fog22

© Luca Del Pia

Incontro

Daria Deflorian e Antonio Tagliarini in dialogo con Riccardo Caccia

In occasione dello spettacolo Avremo ancora l’occasione di ballare insieme di Deflorian/Tagliarini, la coppia di autori, registi e performer dialogherà con Riccardo Caccia, docente e critico cinematografico, per indagare pratica e poetica del loro lavoro.

deflorian-tagliarini-fog22

© Luca Del Pia

© Luca Del Pia

Spettacolo

My body solo

Stefania Tansini

Solo intimo ed evocativo, My body solo esplora le possibilità di relazione tra l’esistenza individuale e l’esperienza collettiva.

© Luca Del Pia

© Luca Del Pia

Laboratorio

My Body workshop

© Luca Del Pia

© Estelle Hanania

Spettacolo

L’Etang

Gisèle Vienne

L’Etang – uno dei primi lavori dello scrittore svizzero Robert Walser – è un dramma familiare: un ragazzino che non si sente amato dalla madre inscena il suicidio nel tentativo disperato di ricevere l’amore materno.

© Estelle Hanania

© Jean Louis Fernandez

Incontro

Gisèle Vienne, Adèle Haenel e Henrietta Wallberg in dialogo con Simone Frangi

In occasione del suo spettacolo L’Etang, un incontro con la coreografa e regista franco-austriaca Gisèle Vienne, in dialogo con Simone Frangi, ricercatore e curatore. Partecipano all'evento anche le attrici Adèle Haenel e Henrietta Wallberg.

© Jean Louis Fernandez

© Giulia Lenzi

Performance

Eutopia

Trickster-p

Unendo performance, installazione e game design, il pluripremiato duo svizzero Trickster-p, da sempre aperto a forme di ricerca e sperimentazione, rimette in discussione vecchi modelli biologici, ecologici e antropologici per trasformare il teatro in un grande tavolo da gioco.

© Giulia Lenzi

© Rebecca Lena

Spettacolo

Swans never die

Camilla Monga – Chiara Bersani – Philippe Kratz – Virna Toppi

Cosa resta di un’opera coreografica considerata una pietra miliare della danza occidentale del XX secolo? In scena, diversi artisti propongono le loro reinterpretazioni de La morte del cigno.

© Rebecca Lena

© Lorenza Daverio

Concerto

Open Machine

Vittorio Cosma
The Goodness Factory

Un format inedito nel panorama italiano. Un happening di improvvisazione musicale in cui il pubblico si immerge nel processo di creazione artistica. Con Vittorio Cosma, Bolla, Enrico Gabrielli e Frenetik.

© Lorenza Daverio

© Jubal Battisti

Spettacolo

Deep Song + Everything/Nothing
Works in Silence | MARMO

Dance On Ensemble

L’acclamata compagnia berlinese Dance On Ensemble celebra l’eccellenza artistica dei danzatori over 40 riportando in scena (e reinterpretando) alcuni dei lavori più iconici della danza del Novecento, da Martha Graham a Lucinda Childs.

© Jubal Battisti

© Jubal Battisti

Incontro

Ty Boomershine di Dance On Ensemble in dialogo con Valeria Crippa e Felice Scalvini

In occasione dello spettacolo del collettivo berlinese Dance On Ensemble, il direttore artistico della compagnia, Ty Boomershine, dialoga con Valeria Crippa (Corriere della Sera) e Felice Scalvini (Fondazione Ravasi Garzanti).

© Jubal Battisti

© Dance On Ensemble

Laboratorio

Workshop con Miki Orihara di Dance On Ensemble

In occasione dello spettacolo della compagnia Dance On Ensemble, Miki Orihara – una delle artisti più importanti del collettivo – propone un workshop dedicato a danzatrici e danzatori professionisti. Il laboratorio è incentrato sulla tecnica di Martha Graham.

© Dance On Ensemble

© Aguyoshi

Performance

Azioni performative

Aguyoshi

Il duo artistico Aguyoshi – composto da Aisa Shirai e KEKE – si esibisce per la prima volta al di fuori del Giappone. La coppia invade gli spazi urbani con delle performance di pura improvvisazione, intriganti e divertenti.

© Aguyoshi

© Claudio Prati

Performance

Improvvisazioni itineranti in Parco Sempione

Ariella Vidach

Guidati dalla celebre Ariella Vidach, alcuni giovani talenti emergenti – tra performer e danzatori – danno vita a delle performance coreografiche nel verde di Parco Sempione.

© Claudio Prati

© Wayne Snow

Concerto

Cosmic Perspective from Milan

Radio Raheem

In chiusura del festival, Radio Raheem – la piattaforma culturale in residenza negli spazi di Triennale – presenta un evento musicale tra avanguardia soul, avant pop ed elettronica afro futuristica. Artista principe della serata sarà Wayne Snow. Completano il programma i dj set di Turbojazz e Donna Leake.

© Wayne Snow

Acquista online i biglietti per le singole mostre, il biglietto unico per tutte le mostre puoi acquistarlo in biglietteria. La mascherina non è più obbligatoria per visitare le mostre, ma ne raccomandiamo l’utilizzo per garantire a tutti una maggiore sicurezza.

Organizza la tua visita
Sitemap