CUORE TEMPORANEAMENTE CHIUSO AL PUBBLICO
Cuore – Centro studi, archivi, ricerca è chiuso al pubblico fino al 22 giugno 2024. I servizi di ricerca e di consultazione sono garantiti, su appuntamento.
Triennale Milano
© Henri Coutant
Proiezione

Yasuke Kurosan, Never Twenty One, So Ava

Smaïl Kanouté
21 marzo 2022, ore 18.00
Prima italiana
Trilogia di cortometraggi dell’artista e danzatore Smaïl Kanouté sul tema del colonialismo e della persistenza di riti ancestrali come affermazione identitaria. Yasuke Kurosan (2020), diretto con Abdou Diouri, ritrae la vita di uno schiavo africano che, approdato in Giappone alla fine del 500, viene elevato al rango di samurai. Never Twenty One (2019-20), diretto con l’ex-collettivo Racine, rende omaggio alle giovani vittime della violenza armata in America, le cui vite sono state rubate prematuramente. So Ava (2021), diretto con Henri Coutant, traccia il percorso degli schiavi che, attraverso il loro esilio forzato, hanno disseminato credenze e riti in tutto il mondo.
Smaïl Kanouté ha studiato grafica e successivamente ha imparato a danzare sulle strade francesi, brasiliane, maliane ed europee. Fondendo la danza con l’arte visiva, il suo lavoro coreografico diventa un dipinto di motivi che si muovono nello spazio. Raccogliendo storie da tutto il mondo e raccontando realtà sociali, la sua arte si ispira a diverse influenze artistiche e multiculturali. Attraverso il suo lavoro, invita il pubblico a intraprendere un viaggio di scoperta di sé stessi, condividendo la sua visione di bellezza e umanità. Kanouté vive e lavora a Parigi, dove ha fondato la compagnia Vivons. I suoi ultimi lavori indagano – attraveso diversi linguaggi – il tema del colonialismo e della persistenza di riti ancestrali come affermazione identitaria.
...altro
Info
La proiezione dei cortometraggi si tiene all’Institut français Milano Ingresso libero
Crediti
In collaborazione con Institut Français con il supporto di: Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

Highlights

© Henri Coutant
© Henri Coutant

Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte