© Magali Dougados

Spettacolo

In Transit

Amir Reza Koohestani
Comédie de Genève

Prima italiana

Cosa succede quando il regista si trova inavvertitamente nella stessa situazione dei suoi personaggi? L’inspiegabile intreccio tra finzione e realtà provoca una riflessione sul significato della narrazione. Amir Reza Koohestani, considerato uno dei più importanti registi iraniani della sua generazione, porta in scena il romanzo di Anna Seghers Transito, rifacendosi anche a un episodio della sua vita reale in cui è stato trattenuto dalla polizia di frontiera all’aeroporto di Monaco. In questo tempo sospeso, delle strutture invisibili dividono coloro che cercano rifugio da chi controlla il loro destino. Recitato in più lingue, il lavoro riflette sul paradosso del raccontare una storia da un punto di vista interno, con tutte le implicazioni politiche del caso.

Nato a Shiraz (in Iran) nel 1978, Amir Reza Koohestani è considerato uno dei maggiori registi di teatro iraniani della sua generazione. Dopo gli studi a Manchester, torna a Teheran dove i suoi lavori lo vedono protagonista di un movimento di rinascita del teatro iraniano.
Dopo una breve esperienza come attore, si dedica alla scrittura di testi teatrali, tra cui The Murmuring Tales (2000), acclamato dalla critica. Nel 2001 fonda il Mehr Theatre Group a Tehran. Con il primo spettacolo della compagnia, Dance on Glasses, Koohestani riceve il riconoscimento della critica internazionale. Nel febbraio del 2012 il film Modest Reception, con scenografia a quattro mani di Koohestani e Mani Haghighi, vince il NETPAC Award all’International Film Festival di Berlino. Negli ultimi 15 anni il lavoro di Koohestani è stato presentato in molte nazioni europee. I suoi testi teatrali sono noti per lo stile poetico, ed esplorano con simbolismo critico la vita quotidiana di personaggi imprigionati nella confusione del loro contesto.

...altro

Info

Durata 80’
Spettacolo multilingue con sovratitoli in italiano e inglese

Crediti

adattato liberamente dal romanzo: Transito di Anna Seghers
adattamento: Amir Reza Koohestani, Massoumeh Lahidji, Keyvan Sarreshteh
testi: Amir Reza Koohestani, Keyvan Sarreshteh
regia: Amir Reza Koohestani
traduzione: Massoumeh Lahidji
scenografia, luci: Eric Soyer
video: Phillip Hohenwarter
suono: Benjamin Vicq
costumi: Marie Artamonoff
assistente alla regia: Isabela De Moraes Evangelista
realizzazione scenografia: Workshops of Comédie de Genève
con: Danae Dario, Agathe Lecomte, Khazar Masoumi, Mahin Sadri
stage manager: Frederico Ramos Lopes
video manager: Houssem Dlioui
sound manager: Léo Marrusich
light manager: Bastien Depierre, Fabien Brehier
production manager: Gautier Fournier
produzione: Comédie de Genève
coproduzione: Odéon – Théâtre de l'Europe, Théâtre national de Bretagne, CSS – Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Mehr Theatre Group, FOG Triennale Milano Performing Arts, Maillon Théâtre de Strasbourg – Scène européenne

Calendario

sabato 26 marzo 2022, ore 18.30
domenica 27 marzo 2022, ore 14.00

Allestimento

© Andrea Macchia

© Andrea Macchia

© Andrea Macchia

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni

Stiamo allestendo la 23ª Esposizione Internazionale: gli spazi espositivi e la biglietteria rimarranno chiusi fino al 15 luglio. Continua in giardino la programmazione di Triennale Estate, con incontri, concerti, proiezioni e dj set.

Scopri di più
Sitemap