© Alex Majoli

Proiezione

Milano

Romeo Castellucci – Yuri Ancarani – Scott Gibbons

3 aprile 2022, ore 17.30
SOLD OUT

Cento scheletri marciano per le strade di Milano in una notte di novembre. L’eloquenza muta del loro passaggio esprime ciò che non possono più dire. Hanno camminato per un’ora, percorrendo le piazze, i luoghi monumentali, i sagrati delle chiese. Gli scheletri non rivendicano nulla, se non il diritto di camminare ancora su queste strade e di ritornare in mezzo alle loro case. Per la realizzazione di questo film Yuri Ancarani ha teso il suo sguardo sull’arco voltaico di immagini e figure proprie, là dove Scott Gibbons ha interpretato il silenzio della marcia con il paradosso del suono.

Regista, creatore di scene, luci e costumi, Romeo Castellucci – Grand Invité di Triennale Milano per il quadriennio 2021-2024 – è conosciuto in tutto il mondo per aver dato vita a un teatro fondato sulla totalità delle arti e rivolto a una percezione integrale dell’opera. Le messe in scena di Castellucci sono tuttora regolarmente invitate e prodotte dai più prestigiosi teatri e festival internazionali, in oltre sessanta Paesi che coprono tutti i continenti. È stato direttore della Sezione Teatro della Biennale di Venezia, Artiste associé al Festival di Avignone e regista ospite alla Schaubhüne di Berlino. Insignito del titolo di Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres della Repubblica francese e della laurea honoris causa dall’Ateneo di Bologna, è membro dell’Accadémie Royale de Belgique. Ha ricevuto il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia e due Golden Mask per la lirica.

Yuri Ancarani è un video artist e filmmaker italiano. Le sue opere nascono da una commistione tra cinema documentario e arte contemporanea, e sono il risultato di una ricerca tesa a esplorare regioni poco visibili del quotidiano. I suoi lavori sono stati presentati in mostre e musei nazionali e internazionali, tra cui la Biennale di Venezia, il MAXXI di Roma e il R. Solomon Guggenheim Museum di New York. Ha partecipato a numerosi festival tra cui la Mostra del Cinema di Venezia, l'International Film Festival Rotterdam, il Canadian International Documentary Festival di Toronto e il Cinéma du Réel di Parigi. Ha ricevuto il Talent Prize del Cinema Eye Honors di New York.

Scott Gibbons compone musica da più di 30 anni, con una duplice esplorazione delle possibilità del suono: quello acustico-naturale da una parte e quello della tecnologia audio dall'altra. Compositore affermato di dark ambient e micromusic, il suo lavoro non è facilmente classificabile. Le sue creazioni dimostrano un acuto equilibrio tra delicatezza e fisicità, basandosi spesso su frequenze che si pongono ai limiti più estremi dell'udito umano. Ha creato molti strumenti elettronici unici ed è celebre per le sue performance live. Il suo primo album dal vivo – Field Notes (1999) – è stato selezionato tra i migliori album dell'anno dalla prestigiosa All-Music Guide. Gibbons ha anche creato molti lavori per eventi su larga scala, come l’accompagnamento di spettacoli pirotecnici in cui i fuochi d'artificio sfruttano i suoni stessi della pirotecnica come parte integrante dello spettacolo.

...altro

Info

Durata 20'
Proiezione inserita nel programma di miart

Crediti

di: Romeo Castellucci
filmato da: Yuri Ancarani
suono: Scott Gibbons
produzione: Triennale Milano, Fondation Cartier pour l’art contemporain

Articoli correlati

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Veduta della Torre Littoria
Veduta della Torre Littoria
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.<br/>Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.
Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari

Stiamo allestendo la 23ª Esposizione Internazionale: gli spazi espositivi e la biglietteria rimarranno chiusi fino al 15 luglio. Continua in giardino la programmazione di Triennale Estate, con incontri, concerti, proiezioni e dj set.

Scopri di più
Sitemap