© Estelle Hanania

Spettacolo

L’Etang

Gisèle Vienne

Prima italiana

L’Etang – uno dei primi lavori dello scrittore svizzero Robert Walser – è un dramma familiare: un ragazzino che non si sente amato dalla madre inscena il suicidio nel tentativo disperato di ricevere l’amore materno. Descrivendo la violenza delle norme sociali, il testo sperimenta livelli di realtà e temporalità e confonde i limiti tra interiorità ed esteriorità. Messa in scena dalla nota coreografa e regista franco-austriaca Gisèle Vienne, la performance indaga le convenzioni del teatro e della famiglia. Una partitura vocale a dieci voci è recitata da Adèle Haenel – vincitrice di due Premi César e straordinaria interprete nel film Ritratto della giovane in fiamme di Céline Sciamma – e Henrietta Wallberg attraverso un gioco complesso di dissociazione. Un caleidoscopio di sensazioni ed emozioni.

Gisèle Vienne è un’artista, coreografa e regista franco-austriaca. Dopo la laurea in filosofia, si forma alla scuola per burattinai École nationale supérieure des Arts de la Marionnette. Lavora regolarmente con lo scrittore Dennis Cooper, tra gli altri collaboratori. Negli ultimi due decenni, i suoi lavori sono stati presentati in tutta Europa, in Asia e in America. Tra i suoi spettacoli si annoverano: I Apologize (2004), Kindertotenlieder (2007), Jerk (2008), This is how you will disappear (2010), LAST SPRING: A Prequel (2011), The Ventriloquists Convention (2015) in collaborazione con Puppentheater Halle e Crowd (2017). Nel 2020 crea con Etienne Bideau-Rey la quarta versione di Showroomdummies al Rohm Theater di Kyoto. Nel 2021 dirige il film Jerk. Ha esposto le sue fotografie in musei quali il Whitney Museum di New York, il Centre Pompidou, il Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires.

...altro

Crediti

basato su: The Pond di Robert Walser
ideazione, regia, scenografia, drammaturgia: Gisèle Vienne
interpretrazione: Adèle Haenel, Henrietta Wallberg
adattamento testi: Adèle Haenel, Julie Shanahan, Henrietta Wallberg, Gisèle Vienne
luci: Yves Godin
sound design: Adrien Michel
direzione musicale: Stephen F. O'Malley
musiche originali: Stephen F. O’Malley, François J. Bonnet
tour assistant: Sophie Demeyer
outside eye: Dennis Cooper & Anja Rottgerkamp
collaborazione alla scenografia: Maroussia Vaes
ideazione dei pupazzi: Gisèle Vienne
realizzazione dei pupazzi: Raphaël Rubbens, Dorothéa Vienne-Pollak e Gisèle Vienne, Théâtre National de Bretagne
stage set production: Nanterre-Amandiers CDN
set e accessori: Gisèle Vienne, Camille Queval, Guillaume Dumont
costumi: Gisèle Vienne, Camille Queval
wig and make-up artist: Mélanie Gerbeaux
technical manager: Richard Pierre
sound engineer: Mareike Trillhaas, Adrien Michel
light manager: Iannis Japiot, Samuel Dosière
stage manager: Antoine Hordé, Jack McWeeny
spettacolo creato con: Kerstin Daley-Baradel, Ruth Vega Fernandez
produzione, distribuzione: Alma Office (Anne-Lise Gobin, Alix Sarrade, Camille Queval, Andrea Kerr)
amministrazione: Etienne Hunsinger, Giovanna Rua
produzione: DACM / Company Gisèle Vienne
coproduzione: Nanterre-Amandiers CDN, Théâtre national de Bretagne, Maillon, Théâtre de Strasbourg – Scène européenne, Holland Festival, Fonds Transfabrik – Fonds franco-allemand pour le spectacle vivant, Centre Culturel André Malraux, Comédie de Genève, La Filature – Scène nationale de Mulhouse, Le Manège – Scène nationale de Reims, MC2: Grenoble, Ruhrtriennale, TANDEM – Scène nationale, Kaserne Basel, International Summer Festival Kampnagel Hamburg, Festival d’Automne à Paris, Théâtre Garonne, CCN2 – Centre Chorégraphique national de Grenoble, BIT Teatergarasjen, Black Box Teater
con il sostegno di: CND Centre national de la danse, La Colline – Théâtre national, Théâtre Vidy-Lausanne
ringraziamenti: Etienne Bideau-Rey, Nelson Canart, Zac Farley, Erik Houllier, Tristan Lahoz, César Van Looy, Jean-Paul Vienne, Point Ephémère per lo spazio prove, Playroom – SMEM per lo studio di registrazione
con il supporto di: Ministère de la Culture et de la Communication – DRAC Grand Est, Région Grand Est, Ville de Strasbourg, Institut français per le tournée internazionali
con il supporto di: Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

Calendario

giovedì 28 aprile 2022, ore 17.30
venerdì 29 aprile 2022, ore 17.30
sabato 30 aprile 2022, ore 17.30

Highlights

© Estelle Hanania

© Estelle Hanania

© Jean Louis Fernandez

© Jean Louis Fernandez

© Mathilde Darel

© Estelle Hanania

Eventi correlati

Articoli correlati

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda

La 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries è aperta! Vieni a scoprirla fino all'11 dicembre.

Scopri di più
Sitemap