Triennale Milano
© Markus Selg and Rodrik Biersteker. Courtesy of the artists
Installazione

I AM (VR)

Susanne Kennedy – Markus Selg – – Rodrik Biersteker
16 – 20 marzo 2022
Prima italiana
FOG porta per la prima volta in Italia l’opera di Susanne Kennedy, artista tra le più originali della scena mondiale. In un presente in cui il confine tra mondo virtuale e mondo reale diventa sempre più incerto, come possiamo distinguere la verità delle cose dal modo in cui le percepiamo? Nel progetto I AM (VR), la regista Susanne Kennedy e l’artista multimediale Markus Selg (in collaborazione con Rodrik Biersteker) sperimentano con le possibilità del teatro immersivo, esplorando dimensioni nuove e più profonde. Gli spettatori sono invitati in un mondo virtuale: tramite un visore VR seguono un percorso meditativo che li conduce a un incontro misterioso con un oracolo. Viaggio psichedelico, esperienza di teatro totale che dà l’impressione che non ci sia via d’uscita.
Susanne Kennedy ha studiato regia alla Hogeschool voor de Kunsten di Amsterdam; i suoi primi lavori debuttano in Olanda. Nel 2011 è invitata a lavorare al Münchner Kammerspiele. Nel 2013 è votata giovane regista dell’anno dalla rivista Theater Heute per lo spettacolo Fegefeuer in Ingolstadt. Più di recente alcuni suoi lavori sono stati presentati alla Volksbühne di Berlino e al Münchner Kammerspiele; nel 2020 crea Ultraworld e Oracle con Markus Selg. Nei suoi lavori – distorti da maschere, dialoghi in playback, sosia ed effetti multimediali – gli attori interrogano gli spettatori sul significato di essere umani.
Markus Selg è un artista multidisciplinare che esplora le dinamiche tra mito arcaico e tecnologia computerizzata attraverso pittura digitale, scultura, istallazioni immersive, teatro e VR. Tra i suoi progetti e performance si annoverano: Coming Society e Ultraworld (2019/2020) alla Volksbühne di Berlino. Nel 2020 riceve il Faust Award per miglior disegno scenico per il lavoro Ultraworld. Il suo lavoro attraversa generi e linguaggi diversi (film, arti performative, opera).
Rodrik Biersteker studia design per teatro virtuale e videogiochi alla HKU University of Arts di Utrecht. È un artista interdisciplinare che usa principalmente il video e le tecnologie interattive in contesti teatrali. Negli ultimi anni collabora frequentemente con Susanne Kennedy in lavori creati per Ruhrtriennale, Münchner Kammerspiele e Volksbühne Berlin. Nel 2020 riceve il Faust Award per il miglior disegno scenico/video design per il lavoro Ultraworld, creato con Markus Selg.
...altro
Scarica il programma di sala
Info
16 – 20 marzo  Mercoledì – domenica Ogni 30 minuti dalle ore 11.30 alle ore 20.30 Durata 35’ In inglese o giapponese con testo in italiano di accompagnamento
Crediti
ideazione, progetto: Susanne Kennedy, Markus Selg, Rodrik Biersteker programmazione: Rodrik Biersteker design visivo: Markus Selg, Rodrik Biersteker suono, composizione: Richard Janssen testo: Susanne Kennedy drammaturgia: Tobias Staab voci: Susanne Kennedy, Ixchel Mendoza Hernandez, Frank Willens, Ibadet Ramadani avatar: Ixchel Mendoza Hernandez, Benjamin Radjaipour, Thomas Hauser costumi: Teresa Vergho produzione: Ultraworld Productions organizzazione, distribuzione: Something Great coproduzione: Berliner Festspiele, Hybrid Box, Hellerau – Europäisches Zentrum der Künste, Internationales Sommerfestival Kampnagel, Münchner Kammerspiele, Noorderzon Festival of Performing Arts & Society, Schauspielhaus Bochum, Oval Office, Theater Commons Tokyo, Volkstheater Wien ringraziamenti: Chiaki Soma, Christoph Gurk, Oracle Team, Rafael Steinhauser, Anna Rausch, Lucas S. Maximiliano, Matthias Lilienthal In collaborazione con: Goethe-Institut Mailand

Archivi e collezione

Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Veduta della Torre Littoria
Veduta della Torre Littoria

Resta con noi
Iscriviti alla newsletter