© Luca Del Pia

Laboratorio

My Body workshop

29 aprile 2022, ore 09.00

A partire dall’esperienza dello stare provare ad esplorare le infinite possibilità di trasformazione che si aprono nel corpo.
Il workshop propone un percorso che cerca di rendere il corpo malleabile e sensibile, pronto a cambiare ritmo, dinamica, stato. Un corpo libero di scegliere, in ogni momento e in ogni luogo, che non si nasconde nel movimento, ma che si disarma, che si pone in una condizione di fragilità. Che nel momento in cui è presente e attento a se stesso, si sorprende e scopre quanto è in grado di fare, di stare, di diventare, anche attraverso il respiro e la voce. Un’immersione in uno stato fisico e percettivo profondo, intimo, aperto, che permette di cambiare lo spazio e il tempo nel quale il corpo sta e agisce. Questo processo passa attraverso i principi fondamentali del linguaggio della danza che riguardano il peso, lo spazio e il tempo, per poi rientrare nell’unicità del movimento di ogni persona.

Eventi correlati

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda

Scopri le mostre su Angelo Mangiarotti e Ettore Sottsass.

Scopri di più
Sitemap