Stagione Teatrale 19/20

Ritornare al passato per orientarsi nel presente è il filo rosso che Triennale Milano Teatro propone per la stagione 2019/2020, in cui la multidisciplinarità artistica apre visioni e sguardi obliqui sulla scena contemporanea. La programmazione è costellata da classici senza tempo rivisitati da uno sguardo nuovo e da spettacoli contemporanei divenuti ormai classici. Oltre agli spettacoli, Triennale Milano Teatro propone il programma EXTRA,
 un calendario di incontri, laboratori e appuntamenti a stretto contatto con gli artisti per scoprire il teatro e conoscere i suoi protagonisti.

Facebook
Instagram
EXTRA

© Gianluca di Ioia

Performance

Caterina Barbieri/Ruben Spini e Francesco Cavaliere

Time-blind e Zoo Machia Disc

Per la serata inaugurale del progetto, sul palcoscenico del Triennale Milano Teatro si susseguono Caterina Barbieri e l’artista Ruben Spini con la performance Time-blind e Francesco Cavaliere con Zoo Machia Disc.

© Gianluca di Ioia

© Valeria Palermo

Spettacolo

Deflorian/Tagliarini

Rewind – Omaggio a Café Müller 

I ricordi personali di uno spettacolo che ha segnato in maniera indelebile la scena del 1900 vanno a comporre un’autobiografia collettiva, un ritratto in frantumi dello straordinario Café Müller di Pina Bausch.

© Valeria Palermo

© Silvia Gelli

Spettacolo

Deflorian/Tagliarini

Reality

La quotidianità è al centro secondo appuntamento del ritratto d’artista che Triennale Milano dedica a Daria Deflorian e Antonio Tagliarini.

© Silvia Gelli

© Claudia Plajewski

Spettacolo

Deflorian/Tagliarini

Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni

Un gioco performativo che riflette sul suicidio non come gesto esistenziale, ma come atto politico estremo. Un lavoro divertente e intenso che, con acume e sensibilità, affronta un tema attuale e universale.

© Claudia Plajewski

Lenio Kaklea, Ballad © Gianluca di Ioia

Performance

Premio Hermès Danza Triennale Milano

Hermès e Triennale Milano collaborano per l’ideazione e la produzione di un format biennale dedicato alla valorizzazione di giovani talenti della danza contemporanea e della performance.

Lenio Kaklea, Ballad © Gianluca di Ioia

© Gianluca di Ioia

Spettacolo

Kinkaleri

OTTO

Dopo più di quindici anni Kinkaleri riporta in scena <OTTO> spettacolo vincitore del Premio Ubu nel 2002, mentre era ancora in fase di studio.

© Gianluca di Ioia

© Gianluca di Ioia

Spettacolo

Jonathan Burrows/Matteo Fargion

Any Table Any Room

Attraverso la loro collaborazione artistica, Burrows e Fargion reinventano la relazione tra danza, musica e performance.

© Gianluca di Ioia

© Mariko Miura

Spettacolo

Saburo Teshigawara, Rihoko Sato/KARAS

Tristan and Isolde

In Tristan and Isolde, il coreografo giapponese Saburo Teshigawara si confronta con la musica di Richard Wagner, emblema del romanticismo europeo e veicolo di motivi e tematiche che vanno oltre i limiti geografici e temporali.

© Mariko Miura

© Ivan D'Alì

Spettacolo

Riccardo Goretti, Stefano Cenci, Colapesce

Stanno tutti male

Forgiato dalle differenti sensibilità di Riccardo Goretti, Stefano Cenci e Lorenzo Urciullo (in arte Colapesce), questo lavoro propone un affresco, o meglio una caricatura, dell’esistenza contemporanea.

© Ivan D'Alì

© Alessandro Serra

Spettacolo

Alessandro Serra

Macbettu

Macbettu, spettacolo vincitore del Premio Ubu 2017, osannato da pubblico e da critica, ricostruisce il Macbeth shakespeariano a partire dalle immagini potenti e arcaiche e dalle sonorità musicali e intriganti della Sardegna.

© Alessandro Serra

© Alessandro Serra

Spettacolo

Alessandro Serra

Il giardino dei ciliegi

In questo ultimo lavoro di Alessandro Serra, la realtà è resa attraverso una visione sfuocata, che sfalda i contorni. Il testo agevola questa dissoluzione, cosparso di impedimenti e fraintendimenti, di pianti, canti, apnee, borbottii, filastrocche e suoni. 

© Alessandro Serra

© OHT

Spettacolo

OHT | Office for a Human Theatre

Curon / Graun

OHT racconta la vicenda con un pezzo ipnotico di teatro musicale ispirato all’opera del compositore estone Arvo Pärt. Mettendo il pubblico a confronto con uno spazio senza attori, Curon/Graun usa una narrazione rallentata combinando testi e immagini con elementi performativi live.

© OHT

© Andrea Macchia

Spettacolo

mk

Bermudas

Bermudas è una coreografia intrigante e ipnotica, pensata per un numero variabile di interpreti (da tre a tredici), intercambiabili tra loro. Ispirato alle teorie del caos, il lavoro gioca con regole semplici che producono un mondo ritmicamente condiviso e permeabile.

© Andrea Macchia

© Magda Bizarro

Spettacolo

Tiago Rodrigues

By Heart 

By Heart è un lavoro sull’importanza della trasmissione, sullo scambio invisibile di parole e di idee che può innescare l’atto di memorizzare un testo. Una performance che riconosce la capacità del teatro di occuparsi di ciò che non si può misurare, né in metri, né in euro, né in byte. 

© Magda Bizarro

© Filipe Ferreira

Spettacolo

Tiago Rodrigues/Teatro Nacional D. Maria II 

Sopro

Emozionante e sagace, Sopro (soffio) è un omaggio al teatro e a coloro che lo fanno vivere. 

© Filipe Ferreira

Nel rispetto delle direttive governative, Triennale Milano è chiusa al pubblico fino a nuova indicazione. La programmazione online continua con Triennale Upside Down: video, podcast, dirette, approfondimenti sul Magazine e tanti altri contenuti che verranno pubblicati su questo sito e sui canali social.

Sitemap