Spettacolo

Kinkaleri

OTTO

Durata: 60’

<OTTO> è estasi: irriverente, curiosa, destabilizzante e commovente.

Teatro e Critica

Dopo più di quindici anni Kinkaleri riporta in scena <OTTO>, spettacolo vincitore del Premio Ubu nel 2002, mentre era ancora in fase di studio. Spettacolo che fa del crollo l’emblema di un’epoca, <OTTO> ritorna per interrogare e sorprendere il suo pubblico. Una persona entra in scena e cade: una caduta che contiene tutto lo spettacolo, alla quale ne seguono, che possono essere considerate delle evoluzioni di quella prima archetipica caduta. Questa caduta, a distanza di tempo, tenta di relazionarsi con una nuova generazione, per capire se il crollo che era stato individuato in quei primi anni duemila è ancora in divenire.

Kinkaleri nasce nel 1995 come raggruppamento di formati e mezzi in bilico nel tentativo. L’andamento produttivo di Kinkaleri da sempre ha trovato un proprio sviluppo attraverso itinerari diversificati – spettacoli, performance, installazioni, produzioni video, sonorizzazioni, allestimenti, pubblicazioni - con ospitalità in musei d’arte contemporanea, teatri, festival, rassegne di danza e di teatro, rassegne e concorsi video, installazioni sonore, discoteche, produzioni televisive. I lavori di Kinkaleri sono stati inclusi in numerose programmazioni ibride, trovando un importante riconoscimento sulla scena della ricerca italiana ed estera: Milano, CRT e UOVO Festival; Santarcangelo Festival; Prato Teatro Fabbricone; Terni, Es.terni; Ferrara, Teatro Comunale; Torino, Teatro Regio; Parigi, Centre Pompidou Les Spectacles Vivants; Bruxelles, Kunstenfestivaldesarts, Pechino, Anno dell’Italia in Cina Oriental Pioneer theatre; Tokyo, Body/Other; Amburgo, Kampnagel; Vienna, TanzQuartier; Berlino, Hebbel-am-Ufer e TanzImAugust, Nyon, Far Festival des arts. In questi anni sono state inoltre numerose le collaborazioni con artisti tra cui Emanuele Becheri, Jacopo Benassi, Riccardo Benassi, Canedicoda, Daniela Cattivelli, John Giorno, Invernomuto, Jacopo Miliani, Margherita Morgantin, Nation25, Paolo Parisi, Tempo Reale, Nico Vascellari. Nel 2002 la compagnia riceve il “Premio Lo Straniero - Scommesse per il futuro” e, sempre nel 2002, il Premio Ubu per lo spettacolo <OTTO> come miglior spettacolo di teatrodanza dell’anno: “uno dei lavori più sorprendenti della stagione, oltre i confini dei generi” (M. Marino). Dal 2001 Kinkaleri ha sede operativa a Prato nello spazioK, uno degli spazi dell’ex-area industriale Campolmi nel centro storico della città. Dal 2013 lo spazioK è centro di residenza regionale sviluppando percorsi artistici appartenenti ai diversi campi della creazione rivolti alle giovani generazioni. Lo spazio è anche il luogo dei progetti is it my world? Body To Be, serie di residenze e appuntamenti sulle arti della scena. Il gruppo è formato attualmente da Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco.

...altro

Crediti

Progetto, realizzazione: Kinkaleri, Matteo Bambi, Luca Camilletti, Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco, Cristina Rizzo
Con: Filippo Baglioni, Chiara Bertuccelli, Andrea Sassoli e Iacopo Reggioli
Produzione: KLm | Kinkaleri 
In collaborazione con: Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci, Teatro Metastasio | Contemporanea Festival, spazioK. Kinkaleri
Con il sostegno di: Regione Toscana, MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo 

Calendario

venerdì 25 ottobre 2019, ore 18.00
sabato 26 ottobre 2019, ore 18.00

Highlights

Eventi correlati

Articoli correlati

Collezione e Archivi
Esplora centinaia di contenuti

Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Ingresso principale sul fronte ovest del Palazzo dell'Arte
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale

Ricordiamo che all’ingresso di Triennale Milano sarà richiesto di esibire il Green Pass insieme a un documento di identità.

Visita Triennale in sicurezza
Sitemap