FOG Triennale Milano Performing Arts

La quarta edizione del festival FOG coinvolge i protagonisti della scena internazionale: 33 artisti da 7 paesi del mondo (Stati Uniti, Olanda, Spagna, Belgio, Francia, Svizzera, Italia) in un cartellone di 24 appuntamenti, tra i quali 11 produzioni e coproduzioni targate FOG, 3 prime assolute, 5 prime nazionali, 3 concerti e 6 dj set per un totale di 61 repliche complessive. Una proposta densa e articolata, un caleidoscopio di linguaggi e formati che segna il ritorno di un progetto unico per la città di Milano.
Facebook
Instagram

© Mirjam Devriendt

Spettacolo

Ontroerend Goed

Are we not drawn onward to new erA

Ontroerend Goed presenta in Prima italiana un lavoro scenico che combina arti visive, teatro, poesia e politica.

© Mirjam Devriendt

© Luca Del Pia

Spettacolo

Pascal Rambert

Sorelle

Due sorelle e due personalità, due versioni del passato, due visioni della vita: una storia di risentimenti, di malintesi, di ferite ancora aperte, di rivincite.

© Luca Del Pia

© Martina Leo

Spettacolo

Industria Indipendente

Klub Taiga – Dear Darkness

Da una nebbia fitta emerge un ambiente fatto di oggetti che appartengono a un altro tempo.

© Martina Leo

© Andrea Pizzalis

Spettacolo

Deflorian/Tagliarini

Chi ha ucciso mio padre

Una lettera con cui un figlio omosessuale consegna il padre, ossessionato dal maschile e dalla consapevolezza di essere a sua volta un emarginato, a una morte prematura.

© Andrea Pizzalis

© Nino Laisné

Spettacolo

François Chaignaud & Nino Laisné

Romances inciertos, un autre Orlando

Un mosaico di musica, canto e danza in cui si intrecciano racconti, personaggi, ambienti e suoni tratti da tre storie di eroine androgine: La Doncella Guerrera, il San Miguel di Garcia Lorca e Tarara.

© Nino Laisné

© Luca Chiaudano

Spettacolo

Marleen Scholten

La codista

Marleen Scholten presenta un lavoro sul tema dell’attesa, parzialmente basato sulla storia vera di un milanese che ha perso il suo lavoro e si è inventato il lavoro del ‘codista’, uno che si mette in coda per altre persone a pagamento.

© Luca Chiaudano

© Giulia Lenzi

Spettacolo

Trickster-p

Book is a Book is a Book

Book is a Book is a Book è un luogo dove si viaggia nella mente e con la mente, un oggetto che crea connessioni tra tempo, spazio, sogno e memoria, un’esperienza immersiva che consente di proiettarsi altrove e di concedersi al piacere dell’immaginazione.

© Giulia Lenzi

© Societas

Spettacolo

Romeo Castellucci

Il Terzo Reich

Il Terzo Reich mette in scena la violenza della comunicazione, lo stato di assedio a cui le facoltà di discernimento sono sottoposte, l'assenza di tregua, la negazione di vie di fuga.

© Societas

© Letizia Mugri

Spettacolo

Reverie

Sogno 3: la camera degli specchi

L’artista guiderà uno spettatore alla volta in una dinamica esperienza al di là del visibile in un percorso tra riflessi e test di realtà.

© Letizia Mugri

© Marzia Dalfini

Spettacolo

Sara Leghissa

Will you marry me?

Questa performance invita a confrontarsi con il confine tra legalità e illegalità, partendo da esperienze personali e da pratiche di resistenza, che utilizzano la legge per “violare la legge”.

© Marzia Dalfini

© Alice Brazzit

Spettacolo

Marco D’Agostin

First Love

Interpretando ricordi legati a una condizione a tutti nota, quella del primo innamoramento, e fondendoli con l’atmosfera competitiva dello sport, D’Agostin costruisce una trama intima in cui corpo e voce interagiscono a comporre una grammatica nuova e insolita.

© Alice Brazzit

© Claudia Borgia, Chiara Bruschini

Spettacolo

Alessandro Sciarroni

Save the last dance for me

La performance magistrale dei due danzatori Gianmaria Borzillo e Giovanfrancesco Giannini è al contempo uno spettacolo seduttivo e mozzafiato e un importante gesto di recupero di un patrimonio culturale condannato all’oblio.

© Claudia Borgia, Chiara Bruschini

© Rolf Arnold

Spettacolo

Barokthegreat

GHOST We are the idiots

Battles in cui i danzatori sfidano l'occhio di chi guarda con una musica sparata a ritmi mozzafiato fino a 165 bpm, prodotta da producer di Juke e House.

© Rolf Arnold

© Alicia Clarke

Spettacolo

Igor x Moreno

BEAT

BEAT è un solo ipnotizzante danzato dalla straordinaria Margherita Elliot sulla musica elettronica della DJ Martha.

© Alicia Clarke

© Orpheas Emirzas

Spettacolo

Trajal Harrell

Dancer of the Year

Negli ultimi due decenni il coreografo americano si è dedicato a reimmaginare la storia della danza contemporanea e le sue subculture.

© Orpheas Emirzas

© Luca Del Pia

Spettacolo

Annamaria Ajmone

NO RAMA

Nello spazio creato dalla coreografa Annamaria Ajmone gli elementi organici e inorganici si incontrano e convivono, i corpi assumono nuove forme e forze mentre si raccontano una trama di segreti.

© Luca Del Pia

© Andrea Avezzù

Spettacolo

madalena reversa

Romantic Disaster
studio

Romantic Disaster è un incontro tra opposti, uno sguardo romantico sulla distruzione della natura e sulla natura distruttrice.

© Andrea Avezzù

© Giovanni Chiarot

Spettacolo

Collettivo MINE

Esercizi per un manifesto poetico

Una sola azione scenica, potente e strutturata, come strumento di scrittura condivisa, capace di dar vita a un corpo unico.

© Giovanni Chiarot

© Ascaf

Spettacolo

Batsheva Dance Company

Yag

Una performance per sei danzatori che esplora il desiderio, la famiglia, il ridere di se stessi, la passione, l’immaginazione – in sostanza, la maniera in cui si preservano e perdono i ricordi

© Ascaf

© Tomaso Le Pera

Spettacolo

Luigi De Angelis, Michele Di Stefano, Lorenzo Gleijeses

Corcovado

Ricostruendo il non-luogo per eccellenza della dimensione del viaggio odierno, la sala di consegna bagagli di un qualunque aeroporto del mondo, si gioca sulla creazione di un andirivieni ossessivo di corpi, gesti e oggetti.

© Tomaso Le Pera

© Valerio Figuccio

Spettacolo

Ginevra Panzetti / Enrico Ticconi

ARA! ARA!

ARA! ARA! parla di un potere in ascesa rappresentato simbolicamente da un animale inusuale. Non un essere maestoso e rapace, ma un volatile allegro e brioso, dal carattere esotico: un pappagallo.

© Valerio Figuccio

© Gianluca Di Ioia

Concerto

Radio Raheem

Cosmic Perspective from Milan

Hub culturale e piattaforma media indipendente, Radio Raheem porta sul palcoscenico di FOG alcune delle realtà musicali più innovative del panorama italiano contemporaneo.

© Gianluca Di Ioia

Siamo aperti! Da martedì a domenica, dalle ore 11.00 alle ore 20.00 puoi visitare le nostre mostre in totale sicurezza. Inoltre fino al 21 luglio sono in corso gli spettacoli di FOG Triennale Milano Performing Arts. Acquista i tuoi biglietti online prima di venire a trovarci.

Organizza la tua visita
Sitemap