Spettacolo

Marco D’Agostin

First Love

15 giugno 2021, ore 17.30

Durata 45’

First Love è un solo autobiografico del giovane coreografo Marco D’Agostin e del suo primo amore di ragazzino: lo sci da fondo e l’eroina che lo rappresenta, la campionessa Stefania Belmondo, medaglia d’oro alle Olimpiadi invernali del 2002. L’immaginario di Marco bambino, diviso tra la passione per la danza e per lo sci, si sovrappone alla ricostruzione della telecronaca della gara. Il racconto privato, effimero e nostalgico, si mescola con la narrazione eroica dell’evento sportivo. Interpretando ricordi legati a una condizione a tutti nota, quella del primo innamoramento, e fondendoli con l’atmosfera competitiva dello sport, D’Agostin costruisce una trama intima in cui corpo e voce interagiscono a comporre una grammatica nuova e insolita, al contempo incalzante e delicatamente poetica di struggente bellezza.

Marco D’Agostin è attivo nel campo della danza e della performance. Tra gli altri, è stato interprete per Claudia Castellucci, Alessandro Sciarroni, Liz Santoro, Sotterraneo. Dal 2010 ha sviluppato la propria ricerca come coreografo ospite in numerosi progetti internazionali. Ha presentato i propri lavori in molti dei principali festival italiani ed europei. Ha vinto il Premio Gd’A Veneto 2010, la Segnalazione Speciale al Premio Scenario 2011, il Premio Prospettiva Danza 2012, il Teatro Libero di Palermo Prize al BEFestival e il secondo premio al concorso (Re)connaissance di Grénoble nel 2017 per Everything is ok. È stato per due volte tra le Priority Company di Aerowaves e nel 2018 ha vinto il Premio Ubu come Miglior Performer Under 35.

...altro

Info

Spettacolo in italiano con sovratitoli in italiano e inglese
Marco D’Agostin

Crediti

Foto: © Alice Brazzit
Un progetto di e con: Marco D'Agostin
Suono: LSKA
Consulenza scientifica: Stefania Belmondo, Tommaso Custodero
Consulenza drammaturgica: Chiara Bersani
Luci: Alessio Guerra
Direzione tecnica: Paolo Tizianel
Promozione: Damien Modolo
Organizzazione: Eleonora Cavallo
Progetto grafico: Isabella Ahmadzadeh
Produzione: VAN 2018
Coproduzione: Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival, Espace Malraux - Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie, nell’ambito del progetto “Corpo Links Cluster”, sostenuto dal Programma di Cooperazione PC INTERREG V A - Italia-Francia (ALCOTRA 2014-2020)
In collaborazione con: Centro Olimpico del Fondo di Pragelato
Progetto realizzato in residenza presso: Lavanderia a Vapore - Centro Regionale per la Danza, inTeatro, Teatro Akropolis
Con il supporto di: ResiDance XL

Collezione e Archivi
Esplora centinaia di contenuti

Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala

Le mostre e il Museo del Design Italiano sono aperti! Acquista i tuoi biglietti online prima di venire a trovarci.

Organizza la tua visita
Sitemap