Il corpo e la caduta

3 dicembre 2019

"<OTTO> è un oggetto misterioso: per le ritmicità e gli universi che propone, ma anche per il modo di fruizione che chiede al pubblico."

Ascolta GREEN ROOM w/ Kinkaleri ospiti a Radio Raheem

Manifesto della prima messa in scena di <OTTO>. Kinkaleri. 2002
Kinkaleri ha riportato in scena <OTTO> quest'anno, quindici anni dopo il suo debutto nel 2002.

Kinkaleri nasce nel 1995 come raggruppamento di formati e mezzi in bilico nel tentativo. L’andamento produttivo di Kinkaleri da sempre ha trovato un proprio sviluppo attraverso itinerari diversificati – spettacoli, performance, installazioni, produzioni video, sonorizzazioni, allestimenti, pubblicazioni - con ospitalità in musei d’arte contemporanea, teatri, festival, rassegne di danza e di teatro, rassegne e concorsi video, installazioni sonore, discoteche, produzioni televisive. I lavori di Kinkaleri sono stati inclusi in numerose programmazioni ibride, trovando un importante riconoscimento sulla scena della ricerca italiana ed estera. Nel 2002 la compagnia riceve il “Premio Lo Straniero - Scommesse per il futuro” e, sempre nel 2002, il Premio Ubu per lo spettacolo <OTTO> come miglior spettacolo di teatrodanza dell’anno: “uno dei lavori più sorprendenti della stagione, oltre i confini dei generi” (M. Marino). Lo spazio è anche il luogo dei progetti is it my world? Body To Be, serie di residenze e appuntamenti sulle arti della scena. Il gruppo è formato attualmente da Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco.

OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia
OTTO. Foto di Gianluca di Ioia

Eventi correlati

La 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries è aperta! Vieni a scoprirla fino all'11 dicembre.

Scopri di più
Sitemap