Veduta dell’installazione CIRCULAR FLOWS, 2019. Credits MAK/Georg Mayer/EOOS

Committente:
Christoph Thun-Hohenstein, Direttore generale e Direttore artistico, MAK

Curatore:
Marlies Wirth, Curatore Cultura Digitale e Collezione Digitale, MAK

Design:
EOOS
Concept, Design e Installazione: EOOS

Animazione e Graphic Design:
Process Studio, Vienna Toilette«Urine Trap»: LAUFEN

Luci Display:
Zumtobel

Finanziamento:
Cancelleria federale Austriaca, MAK–Museum of Applied Arts, Vienna 

Supporto:
Tove Larsen (Eawag – Istituto Federale Austriaco di Scienze e Tecnologie Acquatiche) Forum Austriaco di Cultura, Milano LAUFEN Zumtobel

Mostra

Austria
CIRCULAR FLOWS – The Toilet Revolution!

L’inquinamento delle acque causato dall’azoto è uno dei più urgenti, e tuttavia ampiamente sconosciuti, problemi ambientali del nostro tempo. Il rinomato studio viennese di design EOOS ha sviluppato il rivoluzionario prototipo di una toilette per la separazione dell’urina (urine trap), che offre una soluzione sistemica al problema globale dell’inquinamento da azoto. Il contributo ufficiale dell’Austria alla XXII Triennale di Milano presenta la urine trap incorporata in un’installazione multimediale che illustra l’interazione ecologica delle acque costiere con i sistemi di scarico e con l’agricoltura. L’esposizione di EOOS mostra il contributo che la toilette con separazione dell’urina può offrire al ripristino del ciclo sostenibile dell’azoto, e dunque alla protezione delle barriere ecologiche del nostro pianeta. Il progetto si basa su una ricerca condotta da Eawag, l’Istituto Federale Austriaco di Scienze e Tecnologie Acquatiche per conto della Bill&MelindaGates Foundation, e EOOS è responsabile della progettazione della urine trap. In quanto studio attivo a livello internazionale, con partner come Adidas, Armani, bulthaup, WalterKnoll, LAUFEN, HermanMiller, Zumtobel, i.a. EOOS è coinvolto in progetti di design sostenibile già da parecchi anni. Il contributo austriaco è stato commissionato dal MAK – Museum of Applied Arts di Vienna e finanziato dalla Cancelleria Federale austriaca.

Crediti

Mostra prodotta da:
MAK – Museum of Applied Arts, Vienna

Committente:
Christoph Thun-Hohenstein, Direttore generale e Direttore artistico, MAK

Curatore:
Marlies Wirth, Curatore Cultura Digitale e Collezione Digitale, MAK

Design:
EOOS
Concept, Design e Installazione: EOOS

Animazione e Graphic Design:
Process Studio, Vienna Toilette«Urine Trap»: LAUFEN

Luci Display:
Zumtobel

Finanziamento:
Cancelleria federale Austriaca, MAK–Museum of Applied Arts, Vienna 

Supporto:
Tove Larsen (Eawag – Istituto Federale Austriaco di Scienze e Tecnologie Acquatiche) Forum Austriaco di Cultura, Milano LAUFEN Zumtobel

Highlights

EOOS/Eawag, Blue Diversion Toilet, Test sul campo, Nairobi, 2014. Credits EOOS/Eawag

Visualizzazione Circular Flow, 2019. Credits Herwig Scherabon/Process Studio Vienna

Eventi correlati

Partecipazioni Internazionali

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.<br/>Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.
Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda

La 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries è aperta! Vieni a scoprirla fino all'11 dicembre.

Scopri di più
Sitemap