FOG È QUI
Abbonati a FOG festival con la nostra membership per non perderti nemmeno uno spettacolo tra il meglio delle performing arts internazionali.
Triennale Milano
© Triennale Milano

Introduzione ai misteri: un podcast di Francesco Pacifico

2 agosto 2022
Nel regno della concretezza e delle cose, dei progetti, dei plastici e degli oggetti industriali, la 23ª Esposizione Internazionale di Triennale Milano ha messo insieme ogni sorta di mistero. Dalle opere d’arte della Fondation Cartier e la sua mostra Mondo Reale, agli esperimenti del design italiano della Tradizione del nuovo, dalla mostra tematica Unknown Unknowns ai progetti speciali e alle partecipazioni internazionali, nel 2022 Triennale chiama a raccolta architetti, scienziati, designer, artisti e intellettuali per ragionare e interrogarsi sul mondo in cui viviamo.
Gli episodi
1 – Corridoi che si affacciano sul mistero Le mostre della 23ª Esposizione Internazionale, come Il corridoio rosso progettato da Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, formano un intreccio di percorsi da seguire e porte che affacciano sull’ignoto.
2 – Previsioni del tempo Mondo Reale: la meteorologia come uno dei grandi misteri della nostra epoca di grandi cambiamenti climatici, con opere di David Lynch, Ron Mueck, Artavazd Pelešjan, Andrei Ujică e Sho Shibuya.
3 – Come nasce la Triennale Un salto nel passato alla scoperta della nascita dell’istituzione milanese; dagli esordi a Monza alla costruzione del Palazzo dell’Arte, passando in rassegna le diverse Esposizioni Internazionali.
4 – Idee di futuro La tradizione del nuovo: nelle opere di Bruno Munari, Davide Mosconi, Denis Santachiara, Ico Parisi e Andrea Branzi il design si fa gioco della tradizione, aprendo orizzonti inesplorati.
5 – Albero, torre, muro Francis Kéré per Triennale: un albero pensato per momenti di convivialità, una torre alta dodici metri e un muro decorato con i motivi dell'architettura vernacolare del Burkina Faso.
6 – Il peso del design La gravità come “il più grande designer” attraverso le opere di Bruno Munari, Pio Manzù, Achille Castiglioni, Stefano Giovannoni ed Ettore Sottsass.
7 – Suonare l’abisso Nell’installazione di Francesco Bianconi Playing the Unknown l’ignoto si fa musica e prende spunto dai misteriosi fondali oceanici.

Unknown Unknowns, installation view, ph. DSL Studio
Mondo Reale, installation view, ph. DSL Studio
La tradizione del nuovo, installation view, ph. DSL Studio
Playing the Unknown, installation view, ph. DSL Studio
Crediti
I testi sono scritti e interpretati da Francesco Pacifico e la produzione è di Mismaonda. Sound design di Bruno Belissimo