Incontro

Milano Urban Center 2021
Milano ScarCity What the future taste like?

6 luglio 2021, ore 16.30

Milano ScarCity si propone di esplorare, in un futuro lontano almeno 30 anni, due scenari di sviluppo opposti e futuri per la città: quello “accelerazionista” – in cui Milano è una megacity globale, ricca, ma comunque non autonoma – e quello “decelerazionista” – con la città che abbraccia una decrescita sostenibile, un rallentamento, forse obbligato e meno abbondante, ma meno dipendente dalle reti globali che la sostenevano. 

Milano ScarCity esplorerà contesti estremi: attraverso tali riflessioni, proverà a immaginare come la popolazione milanese conviverà con gli inevitabili cambiamenti futuri. Attraverso l’immaginazione come pratica sociale con speculazioni estreme e mediante la lente di analisi delle risorse, Milano ScarCity indagherà il futuro della città, sondando in entrambi gli scenari prospettati – accelerazionista e decelerazionista – possibilità, modalità ed effetti degli stessi su Milano e sul suo territorio produttivo. 

Milano ScarCity è una proposta a cura di Arianna Campanile, Caterina Laurenzi, Francesca Calvelli, Gabriele Leo, Giulia Pozzi, Grazia Mappa, Marco Minicucci e Mirko Andolina.

Nell’ambito dell’incontro Milano ScarCity propone un evento di presentazione che si basa sulla fruizione di un’esperienza collettiva. 

What the future taste like? sarà diviso in due atti. 

Atto I: una food experience che invita i partecipanti ad avvicinarsi al mondo degli insetti commestibili. Un alimento che, per quanto estraneo alla cultura occidentale contemporanea, potrebbe rappresentare una risorsa per il futuro, per via del loro basso impatto ambientale e della ricchezza in fatto di micro e macro nutrienti. Entonote, prima realtà italiana che si occupa di comunicazione e divulgazione degli insetti commestibili, accompagnerà in questo percorso esperienziale illustrando l'ideazione dei piatti, il valore nutrizionale dell’insetto scelto e il loro impatto sull’ambiente. Non solo un’esperienza degustativa, quindi, ma anche informativa sui temi del cibo del futuro, sostenibilità ambientale e proteine alternative.  La partecipazione alla food experience sarà aperta al pubblico, ma limitata ad un numero massimo di 20 persone. 

Atto II: una performance musicale di Tragedy Thompson, che realizzerà una selezione musicale dedicata al tema.

...altro

Crediti

Cover: © Michele Sibiloni Nsenene

Eventi correlati

Collezione e Archivi
Esplora centinaia di contenuti

Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda

Ricordiamo che all’ingresso di Triennale Milano sarà richiesto di esibire il Green Pass insieme a un documento di identità.

Visita Triennale in sicurezza
Sitemap