© Daniele Mantovani

Spettacolo

Pas de deux

C.G.J. Collettivo Giulio e Jari

16 marzo 2023, ore 18.30

DiD Studio

Durata 40’
Spettacolo vincitore del bando DNAppunti coreografici 2021

Avvolti nel buio, due danzatori manovrano i propri corpi secondo traiettorie ora libere e leggere, ora decise e frammentate, reinterpretando il tema del pas de deux, sistema scenico che nella storia del balletto ha sempre messo in luce il profondo valore del legame e della relazione. Il passo a due viene rivisto come possibilità di liberare stati emotivi attraverso intenzioni, dinamiche e incastri spaziali.
Vincitrice del bando DNAppunti coreografici 2021, la performance di Giulio Petrucci e Jari Boldrini esplora un percorso di paesaggi visivi attraverso il corpo, attingendo a un immaginario senza tempo per trasmettere nuove forme di virtuosismo e ricreare scorci narrativi utopici.

Jari Boldrini (1989) e Giulio Petrucci (1990) collaborano singolarmente con diverse realtà internazionali italiane ed estere e collezionano esperienze in comune con gli autori Fabrizio Favale, Cristina K. Rizzo, Virgilio Sieni e Stefano Questorio. Nel 2018 fondano insieme C.G.J. Collettivo Giulio e Jari, un progetto di ricerca e creazioni di formati performativi che si interessa di osservare i molteplici aspetti celati nella quotidianità di ogni cultura. Con il progetto Evento vengono selezionati alla Vetrina Anticorpi XL 2020, ad Anghiari Dance Hub 2020 e nello stesso anno vincono il Premio Danza&Danza come interpreti emergenti. Grazie a ResiDanceXL 21 intraprendono la loro seconda creazione, Pas de deux, che otterrà il supporto alla produzione con la vittoria di DNAppunti coreografici 2021.

...altro

Info

In collaborazione con DiD Studio

Crediti

ideazione: C.G.J. Collettivo Giulio e Jari
con: Giulio Petrucci, Jari Boldrini
musica: Simone Grande
luci: Gerardo Bagnoli
consulenza visuale: Elisa Capucci
produzione: Anghiari Dance Hub, Nexus Factory
progetto vincitore di: DNAppunti coreografici 2021 (sostenuto da Centro nazionale di produzione Virgilio Sieni, Operaestate Festival/CSC Centro per la scena contemporanea del Comune di Bassano del Grappa, L’arboreto, Teatro Dimora di Mondaino, Fondazione Romaeuropa, Gender Bender Festival di Bologna, Triennale Milano Teatro)
con il contributo di: ResiDance XL, Rete Anticorpi XL Luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche
con il sostegno di: ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo, Centro di residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro), L’arboreto – Teatro Dimora | La Corte Ospitale – Centro di residenza Emilia-Romagna Network Giovane Danza d'Autore

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Veduta della Torre Littoria
Veduta della Torre Littoria
Sitemap