Triennale Milano
Foto Gianluca Naphtalina Camporesi, Ibrida Festival
Proiezione

Unexpected Matches YOUR FAVOURITE HELL

21 giugno 2023, ore 21.00
Durata: 50'
Un progetto della regista Alina Marazzi, un ciclo di appuntamenti per indagare la relazione tra immagine filmica e musica attraverso il coinvolgimento di musicisti e dj invitati a sonorizzare film rari e poco noti e materiali provenienti da archivi e cineteche.
Una performance dal vivo per immagini, suoni e musica con la musicista Silvia Cignoli (chitarra elettrica), il video-maker Salvatore Insana e Caterina Palazzi al contrabbasso. La proiezione di YOUR FAVOURITE HELL raccoglie una serie di riprese in piani lunghi e lunghissimi in contesto marino, tra spiagge che sanno essere luogo franco di corpi in mostra in tutto il loro incedere. La musica si muove fra gli strumenti acustici e l'atmosfera del processing analogico e digitale, ponendo le strumentiste come interpreti di quell'ora metafisica in cui la lentezza collosa del tempo lascia preludere avvenimenti inaspettati, fra allucinazione, sogno e la concretezza descrittiva della materia organica in costante ribollìo. 
Crediti
YOUR FAVOURITE HELL è prodotto con il sostegno di Ibrida Festival

Highlights

Foto Gianluca Naphtalina Camporesi, Ibrida Festival

Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda