Tunisia
Genesi e sviluppo di una cultura nazionale

La creatività tunisina non smette di rivelare il genius loci, alla ricerca dell’equilibrio tra umanità e natura, da sud a nord di un territorio dotato di forti specificità naturali e culturali. La progettazione è lo strumento con cui ottenere spazi vitali conquistandoli alle aree di natura estrema del deserto di Rjim Maatoug. La progettazione cerca di rivelare una pratica ancestrale che trasforma i prodotti della natura in opere d’arte a Sejnane, e di riunire gli ultimi depositari di conoscenze architettoniche e artigianali nel villaggio sostenibile di Ken. Ancora, si propone di aggiornare l’architettura specifica delle case di Ouled el Hadef a Tozeur e, infine, di trascendere la tradizione evocando lo spirito dei luoghi in forme contemporanee a Dar Hi, a Nefta.

Crediti

Mostra prodotta da:
Prof. Arch. Fakher Kharrat, Headmaster of National School of Architecture and Urbanism of Tunis, in Carthage University

Partecipanti:
Office Development of Rejim Matoug, Tunisian National Army, Potters of Sejnene, Slaheddine Smaoui, Ridha Rekik, Matali Crasset e Med Nasser

Curatori:
Firas Hamdi, Khouloud Lammouchi, Mahdi Ben Tmessek, Aymen Ben Abdallah, Maroua Tarhouni.

Team:
Ali Djerbi, Chiraz Saied, Dhaker Akremi, Rabaa Jedidi, Hayfa Ayari, Atef Mazouz, Mahdi Boubaker, Saima Mzoughi, Ahmed Anis Kraem.

Finanziamento:
Republic of Tunisia, Ministry of Cultural affairs.

Supporto:
Republic of Tunisia, Ministry of Foreign Affairs

Eventi correlati

Partecipazioni Internazionali

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers

La 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries è aperta! Vieni a scoprirla fino all'11 dicembre.

Scopri di più
Sitemap