Triennale Milano
Abito Roberto Capucci © Gianluca Baronchelli
Mostra

Metafore Roberto Capucci: meraviglie della forma

17 novembre 2021 – 9 gennaio 2022
Accesso libero
Una mostra — curata da Gian Luca Bauzano, in collaborazione con la Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte e con la Fondazione Roberto Capucci e la manifattura di ceramiche Rometti — che si propone di raccontare e mettere in scena l’opera di uno dei grandi protagonisti della moda italiana, artefice e artigiano già giustamente celebrato, con uno sguardo speciale e inedito. 
Antesignano della contemporaneità, Roberto Capucci è sempre stato innovatore e sperimentatore. I suoi abiti destano ammirazione e fanno scalpore, sfilano sulle passerelle di tutto il mondo e sono presenti nei musei e nelle istituzioni d’arte più importanti, dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma alla Schauspielhaus di Berlino, da Palazzo Strozzi a Firenze al Kunsthistorisches Museum di Vienna, fino alla Biennale d’Arte di Venezia: un momento fondamentale, che segna l’ingresso della Moda nel tempio dell’Arte.
...altro
Crediti
Cover: Abito Roberto Capucci © Gianluca Baronchelli
In collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte

Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari