Triennale Milano
Kenji Kawabata, Fantasy Forest
Mostra

Kenji Kawabata ‒ All Things in Nature In viaggio alle origini dell’universo e del design

4 – 10 settembre 2021
Presente per la prima volta alla Milano Design Week, Kenji Kawabata con la sua esposizione All things in Nature porta alla luce i rapporti nascosti fra natura, arte, design e universo.
In un percorso quasi onirico, la mostra si snoda in due suggestive installazioni: Fantasy Forest e Flux of Zero. L’atmosfera pacata e misteriosa, insieme alle sonorità lente e avvolgenti, tornano in entrambi gli allestimenti. Due creazioni artistiche che uniscono artigianato giapponese e tecnologie installative avanzate. Nella radura di una foresta immaginaria, fra luci e ombre, affiorano sedie, lampade, tavoli. Prototipi ideati da Kawabata in oltre vent’anni di design. Fantasy Forest rimanda all’inesauribile forza ispiratrice della natura. Flux of Zero cattura la fluttuazione della luce nell’universo primordiale. Volumetrie solide ed evanescenti al tempo stesso, spirali e trame luminose pulsanti sono disseminate nello spazio.
Crediti
Cover: Kenji Kawabata, Fantasy Forest

Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Modella posa nella sezione del Messico durante un servizio fotografico di moda
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni