Triennale Milano
Courtesy Scuola di Restauro di Botticino
Speciale

DESIGN I CARE Ci prendiamo cura del grande design italiano

19 – 21 aprile 2024
Ingresso libero dalle 11.00 alle 21.00
La Scuola di Restauro di Botticino, durante la Milano Design Week 2024, apre negli spazi di Triennale Milano un laboratorio di restauro temporaneo, promosso da Valore Italia, per sensibilizzare e avvicinare il grande pubblico ai processi di conservazione e valorizzazione degli oggetti più iconici della collezione del Museo del Design Italiano di Triennale. Gli studenti della scuola, accompagnati dai docenti, svolgeranno analisi e interventi di pulitura su alcuni importanti pezzi di design che costituiscono oggi la memoria storica di un vissuto sociale che va preservato. Tra le opere protagoniste degli interventi di restauro: la lampada Pipistrello di Gae Aulenti, la libreria Glifo di Enzo Mari e il divano Tramonto a New York di Gaetano Pesce.

Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore. Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda