© Gianluca Di Ioia

Con: Camille Lericolais, Thomas Esnoult-Martinelli, Sami Blond, Cécilia Nguyen Van Long

Musica: John Adams

Creazione/ideazione plastica: Donald Becker

Con il supporto di: Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

In collaborazione  con la Francia in Scena, stagione artistica dell'Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia

Performance

LA GRANDE PHRASE
AIR

Compagnie Didier Théron

LA GRANDE PHRASE ore 16.00/durata 45'
AIR ore 19.00/durata 30'

Le loro performance hanno deliziato e divertito gli spettatori che pensavano di scivolare in un attimo in un’altra visione del mondo.

Shikoku news 

Bizzarro ed esilarante, il ciclo “GONFLES / Vehicles” della Compagnie Didier Théron assume l’aria come motore della creazione. Le figure di questi lavori sono vestite di latex gonfiato: l’aria all’interno e all’esterno dei costumi genera forme e deformazioni, energie e dinamiche. Il gioco che si instaura tra l’aria e il danzatore “aumentato” conferisce un valore cosmico alle figure, al contempo al di là della norma e accessibili a tutti: la loro rotondità evoca caratteri sacri di un’era lontana, ma anche il Totoro di Miyazaki. LA GRANDE PHRASE inizia come una sequenza danzata per poi svilupparsi nello spazio della città. Le figure gonfie si impadroniscono del mondo, stabilendo un nuovo legame tra danzatori, spettatori, architettura e le strade che attraversano. In AIR, le forme gonfie di colore rosa giocano con accumulazioni di movimenti coreografati, creando immagini sorprendenti e divertenti. 

Didier Théron, danzatore e coreografo francese, vive e lavora a Montpellier. Si è formato con Merce Cunningham, Dominique Bagouet, Trisha Brown e con il maestro zen Harada Tangen in Giappone. La sua compagnia, fondata nel 1987, è stata nominata per premi e riconoscimenti prestigiosi, tra cui il primo premio alla SETOUCHI International Contemporary Art Triennale in Giappone per “GONFLES / vehicules” e il primo premio all’International Choreography Competition Machol Shalem Dance House per “SHANGHAI BOLERO / The Men”. La Compagnie Didier Théron presenta i suoi lavori nei principali teatri e istituzioni in Europa (tra cui The Place, Londra; Tramway, Glasgow; Edinburgh Festival; Mousonturm, Francoforte; Halleschen Ufer, Berlino; Festival di Siviglia; Festival VEO, Valenza), Asia (Japan, Hong Kong, India, Pakistan), Australia e America. 

Crediti

Coreografia: Didier Théron

Con: Camille Lericolais, Thomas Esnoult-Martinelli, Sami Blond, Cécilia Nguyen Van Long

Musica: John Adams

Creazione/ideazione plastica: Donald Becker

Con il supporto di: Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

In collaborazione  con la Francia in Scena, stagione artistica dell'Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia

Calendario

domenica 12 maggio 2019, ore 14.00
domenica 12 maggio 2019, ore 17.00

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers

Acquista online i biglietti per le singole mostre, il biglietto unico per tutte le mostre puoi acquistarlo in biglietteria. La mascherina non è più obbligatoria per visitare le mostre, ma ne raccomandiamo l’utilizzo per garantire a tutti una maggiore sicurezza.

Organizza la tua visita
Sitemap