UN’ESTATE DI MUSICA CON LA MEMBERSHIP
Tutti i concerti di Triennale Estate sono gratis con le membership Explorer, Insider e Supporter.
Triennale Milano
© Achille Mauri
Performance online

Il Segreto - Chronicles from NO RAMA

Annamaria Ajmone
4 dicembre 2020, ore 20.00
Annamaria Ajmone è artista associata di Triennale Milano Teatro per il triennio 2020-2022
L’originalità della sua poetica, la sapienza e la schiettezza del suo corpo in movimento fanno di Annamaria Ajmone un pilastro della danza italiana.
Artribune
Al centro della performance di Annamaria Ajmone, artista associata di Triennale Milano Teatro per il triennio 2020-2022, c'è il corpo come materia plasmabile e mutevole. Il Segreto è un'azione coreografica per una performer e tre Rose Spinner: macchine sonore rotanti immaginate e realizzate con Francesco Cavaliere. Gli elementi in scena si alternano, si mescolano e si sovrappongono senza escludersi, coesistono e danno vita a un ecosistema geograficamente prossimo, aperto, terreno, indeterminato, multi-tempo, in cui l'umano diventa multiforme e alieno. La danza si compone e si decompone continuamente, dando l'impressione che il corpo assuma sempre diverse forme e si componga di nuove sostanze, allineandosi o scostandosi dagli elementi di cui è composta la scena.
Segui l'evento su YouTube o su questa pagina.
Annamaria Ajmone è una danzatrice e coreografa, laureata in Lettere moderne presso l’Università Statale di Milano e diplomata presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano. Come danzatrice, ha lavorato con Alias Compagnie, Ariella Vidach, Daniele Ninarello, Santasangre, Cristina Kristal Rizzo, Mithkal Alzghair, Moritz Ostruschnjak. Come coreografa, ha presentato i propri lavori in numerosi festival di danza, teatro e performing art, musei, gallerie d’arte e spazi atipici in Europa, Asia, Nord Africa e Stati Uniti. Collabora con diversi artisti su progetti di varia natura e durata tra cui Canedicoda, Palm Wine, Muta Imago, Strasse, Jacopo Miliani. Nel 2015 vince il premio Danza&Danza 2015 come “miglior interprete emergente-contemporaneo”. È tra gli organizzatori di Nobody's Business in Italia, piattaforma di scambio di pratiche tra artisti. Tra i suoi progetti: Tiny (premio DNA 2014); Arcipelago, progetto coreografico per spazi non teatrali; Mash con la coreografa cilena Marcela Santander Corvalan; TO BE BANNED FROM ROME realizzato con il musicista Bienoise; ATTIKA, con la compagnia Industria Indipendente. 
...altro
Crediti
Di: Annamaria Ajmone Con: Annamaria Ajmone, Marta Capaccioli, Lucrezia Palandri Musiche originali e sistemi di diffusione: Francesco Cavaliere Costumi: Jules Goldsmith Luci e direzione tecnica: Giulia Pastore Cura: Francesca d’Apolito Produzione: Cab 008 Coproduzione Teatro Metastasio di Prato e FOG Triennale Milano Performing Arts Con il sostegno di: L’Arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Armunia / Festival Inequilibrio, Centro nazionale di produzione / Virgilio Sieni, spazioK.Kinkaleri, Azienda Speciale Palaexpo - Mattatoio | Progetto PrendersiCura Con il sostegno di: Regione Toscana, MiBACT e Comune di Firenze Il progetto è stato realizzato con il contributo di: ResiDance XL luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche, azione della Rete Anticorpi XL / Network Giovane Danza D’autore coordinata da L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino Foto di: Achille Mauri

Highlights


Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Veduta della Torre Littoria
Veduta della Torre Littoria
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda