Triennale Milano
© Caty Olive
Installazione

100% polyester, objet dansant n. 48

Christian Rizzo – Caty Olive
4 – 8 aprile 2023
Dal 4 all'8 aprile, ore 11.30, 12.30, 15.30, 16.30, 17.30, 18.30 e 19.30 Durata 15’ (installazione in loop)
Due figure fantasmatiche volteggiano come in un misterioso walzer, in una delicata danza senza corpi che riflette sull'assenza dell’umano e sulla vita segreta degli oggetti. L’installazione performativa ideata da Christian Rizzo – artista multidisciplinare a cavallo tra moda, arte e performance – porta in scena una danza senza danzatori (con la collaborazione della light designer Caty Olive). Al loro posto, una coppia di abiti sospesi si muove al soffio di alcuni ventilatori. In un girotondo di presenze assenti, accompagnato da musiche elettroniche incalzanti e magnetici giochi di luce, i due vestiti si intrecciano in scena con movenze ipnotiche e poetica semplicità, come due Ginger e Fred meccanici dimentichi della loro natura di oggetti inanimati.
Christian Rizzo muove i primi passi come artista a Tolosa, tra una band rock, una propria linea di abbigliamento e gli studi in arti visive. Si avvicina al teatro casualmente, e nel 1996 fonda l'association fragile, presentando installazioni e performance di danza, oltre a commissioni nell’ambito del teatro lirico, della moda e delle arti visive. Christian Rizzo insegna regolarmente in scuole d'arte in Francia e all'estero, e in istituzioni dedicate alla danza contemporanea. Nel 2015 ha assunto la direzione dell'ICI (International Choreographic Institute) di Montpellier. Come artista, persegue senza sosta l'elasticità e la tensione tra i corpi e lo spazio in narrazioni in cui la finzione emerge dall'astrazione.
...altro
Leggi il programma
Info
L’installazione presenta luci stroboscopiche, non adatte a un pubblico fotosensibile
Crediti
ideazione: Christian Rizzo, Caty Olive direzione tecnica: Bruno Capodagli direzione della produzione e della tournée: Anne Fontanesi amministrazione per la produzione e la tournée: Anne Bautz production editing: l'associazione fragile produzione esecutiva: ICI – Centre chorégraphique national Montpellier – Occitanie / Direzione Christian Rizzo ringraziamenti: Mannux, Pascale Paoli, Catarina Campino, Emmanuelle Huynh, João Fiadero/lab7, staff di Ménagerie de verre Con il supporto di Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea In collaborazione con Institut français Milano

Highlights

© Caty Olive
© Caty Olive
© Caty Olive

Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Veduta notturna dell’abitazione a cupola geodetica di Füller, progetto dell’allestimento dell’architetto Roberto Mango, realizzata nel parco Sempione per la decima Triennale
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala
Sculture piramidali di Lynn Chadwick, nell’allestimento del Grande numero: l’intervento figurativo a grande scala