Edison, Courtesy of Cassina

Il ready made di Vico Magistretti raccontato con il tavolo Edison

12 agosto 2021

Edison è un perfetto esempio del concetto di ready made di Vico Magistretti: una modalità molto utilizzata dall’architetto che identifica elementi quotidiani o tecnici come pretesti per attivare un disegno originale.

Magistretti diceva che “uno dei sistemi più eleganti per collegare quattro tubi di acciaio è quello usato negli impianti a gas illuminante, con un semplice giunto a croce in fusione di ghisa.” È così che a metà degli anni '80 Cassina produce il tavolo dal nome ispirato dalla storica azienda milanese del gas Edison.

Courtesy of Cassina

Vico Magistretti

“Uno dei sistemi più eleganti per collegare quattro tubi di acciaio è quello usato negli impianti a gas illuminante, con un semplice giunto a croce in fusione di ghisa.”

Courtesy of Cassina
Courtesy of Cassina

Cassina ha svolto il lavoro di recupero con il massimo rispetto per l’autenticità sempre in collaborazione con la Fondazione Vico Magistretti. Insieme è stato deciso di apportare qualche evoluzione dettata dalla contemporaneità, per esempio l’utilizzo di materiali moderni e l’aggiornamento delle misure. La scelta di riproporre il solo piano in vetro esalta il profilo del basamento, oggi realizzato in acciaio verniciato nero opaco o becco d’oca (una tonalità di arancio cara a Magistretti), mettendo in evidenzia il caratterizzante giunto a croce che permette di raccordare le contro-curvature della struttura. Edison esiste come tavolo quadrato, rettangolare o circolare ed è stata fatta una riedizione proprio quest'anno da Cassina.

Vico Magistretti

“Fare design è come tenere un diario, una specie di autobiografia.”

È noto che Vico Magistretti sviluppasse solo i progetti che avrebbero avuto un senso nella sua casa. Non ci sorprende quindi che le prime foto del tavolo Edison siano state scattate nella sala da pranzo della casa milanese dell’architetto.

Courtesy of Cassina

Crediti

La mostra Vico Magistretti. Architetto milanese è resa possibile anche grazie al generoso contributo del Main Partner Cassina.

Eventi correlati

Articoli correlati

Ricordiamo che all’ingresso di Triennale Milano sarà richiesto di esibire il Green Pass insieme a un documento di identità.

Visita Triennale in sicurezza
Sitemap