Gideon Appah, The Dancers, 2022, Courtesy dell'artista e di Gallery 1957

Mostra

Ghana
Paesaggio Nubiano


La nuova serie di lavori dell’artista Gideon Appah mostra figure in posizioni di svago e rappresentazioni di rituali in cui terra e cielo si incontrano. Abbandona le scene cittadine per creare un mondo in cui il romanticismo è radicale, un mondo fatto di mistero.

Le composizioni dell’artista sono spesso tratte da ritagli di giornale e manifesti di film tra gli anni '50 e '80 nell’intento di esplorare l'ascesa e il declino del cinema ghanese, la cultura dell’ozio di allora, non rinunciando mai alla forza della propria immaginazione in quanto artista su questi fenomeni.

Nelle opere più recenti, l’artista manifesta un nuovo desiderio di dipingere elementi atmosferici, in particolare nuvole e stelle, come sfondo della propria narrazione poetica. Nell’atto di dipingere nuovi cieli, montagne, fiumi e colline, l'artista transita dall'uso ricorrente di un blu nostalgico, che ha caratterizzato la maggior parte delle sue opere fino ad oggi, a un forte rosso mai usato prima. La poesia visiva di Appah rimane un inno all'amore; i suoi personaggi, ritratti in scorci bucolici, esprimono questo sentimento attraverso movimenti intimi e un sottile senso di fragilità, perpetuando così l’elogio all'amore e al sentimentalismo dell’artista.

Crediti

Ente organizzatore:
Gallery 1957

Artista:
Gideon Appah

Curatore:
Marwan Zakhem

Production Manager:
Angelica Litta Modignani

Comunicazione:
Pelham Communications London | New York

Set Design:
Gallery 1957

Partecipazioni Internazionali

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda
Tre modelle percorrono il Ponte che collega il Palazzo dell'Arte con l'area verde antistante, progetto degli architetti Aldo Rossi e Luca Meda

Stiamo allestendo la 23ª Esposizione Internazionale: gli spazi espositivi e la biglietteria rimarranno chiusi fino al 15 luglio. Continua in giardino la programmazione di Triennale Estate, con incontri, concerti, proiezioni e dj set.

Scopri di più
Sitemap