Foto: DSL Studio © Triennale Milano

Mostra

Croazia
Mirror/Mirror


In un mondo post-pandemico, desolato e privo di passioni, le voci di Mirror/Mirror descrivono sette progetti architettonici testando i dilemmi “uso - abuso - disuso - riuso - rifiuto” per mettere in discussione le possibilità, i ruoli e i limiti dell'architettura contemporanea e urbanismo.

Costituito da piani multimediali sospesi e superfici riflettenti, una serie di schermi LCD di grande formato, il progetto comprime lo spazio espositivo esistente avvolgendo contemporaneamente i visitatori in una raffica di immagini, suoni e riflessi. Gli schermi sono collegati per creare rappresentazioni architettoniche sovradimensionate e ad alta risoluzione, formando un'interfaccia comunicativa ipersatura e vibrante. La dimensione ridotta del costrutto è compensata dall'intensità del coinvolgimento con il contenuto e l'illeggibilità della totalità è bilanciata dall'accresciuta chiarezza e dimensione dei dettagli.

L’installazione raccoglie i sette progetti dei giovani architetti croati premiati al 56° Salone dell'architettura e dell'urbanistica di Zagabria. Al suo interno sono stati infatti sublimati i lavori originali in un allestimento site-specific.

Crediti

Ente organizzatore:
Ministero della Cultura della Repubblica di Croazia

Curatori:
Lea Pelivan, Toma Plejić

Progetto architettonico:
Antun Sevšek

Graphic design e visual identity:
Damir Gamulin

Video exhibition:
Ivan Slipčević

Sound design:
Jakša Kalajžić

Emerging voices:
Tajana Levojević, Rudolf Martinović, Marta Lozo, Josip Jerković, Mirna Udovčić, Kristina Škrokov, Irena Bakić, Zrinka Visković

Coordinazione progetto:
Iva Martinis, Frano Petar Zovko

Coordinazione pubblicazioni:
Ana Bedenko

Public relation e social media:
Ivan Dorotić (Bosnic+Dorotic)

Produzione padiglione:
AVC Zagreb

Col supporto di:
Croatian Architects Association

Partecipazioni Internazionali

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.<br/>Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Installazione luminosa "Luce spaziale" di Lucio Fontana sul soffitto dello Scalone d’onore.
Nel vestibolo del primo piano, decorazione parietale di Bruno Cassinari
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Una modella posa all'interno della Mostra di oggetti per la casa (o Mostra Oggetti d'uso), nel Padiglione USA progettato dagli architetti Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti e Ernesto Nathan Rogers
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Lampadario "carciofo" di Poul Henningsen, nella sezione della Danimarca
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria

La 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries è aperta! Vieni a scoprirla fino all'11 dicembre.

Scopri di più
Sitemap