© Jorge Sánchez

Regia: Andreina Olivarí, Pablo Manzi

Con: Gabriel Cañas, Carlos Donoso, Paulina Giglio, Guilherme Sepúlveda, Franco Toledo

Set, costumi e disegno luci: Los Contadores Auditores (Juan Andrés Rivera, Felipe Olivares)

Musica originale: Camilo Catepillan

Traduzione: Carlota Calvi

Produzione esecutiva: Horacio Pérez

Co-produzione: espacio Checoeslovaquia, Fundación Teatro a Mil.

Il progetto è stato parzialmente sviluppato durante una residenza al Baryshnikov Arts Center.

Spettacolo

Tú Amarás

Bonobo

Prima italiana
Spettacolo in spagnolo sovratitolato in italiano
Durata: 75'

Tú Amarás esplora al di là della superficie.

El Mercurio 

Affrontando domande impegnative – e particolarmente pertinenti ai problemi di oggi – questo spettacolo della compagnia cilena Bonobo, vincitore di riconoscimenti letterari, interroga il rapporto tra progresso e intolleranza: chi sono gli “altri”? Cosa li definisce come diversi da noi? Quando diventano nemici? Un’equipe di dottori si prepara a fare una presentazione sul tema del pregiudizio in ambiente medico nel corso di una conferenza internazionale, esattamente quando degli extraterrestri, gli Ameniti, sono atterrati sulla terra e si apprestano a prendervi dimora. Incompresi, emarginati e temuti, questi esseri offrono la possibilità di riflettere sull’amore e l’odio, sulla democrazia e la xenofobia. Con umorismo nero e ironia, il ritmo incalzante e i dialoghi difficili dello spettacolo creano un’atmosfera di paura, disagio e assurdità. Con ottimi attori e un copione brillante, questo è un lavoro da non perdere. 

Bonobo è una compagnia teatrale fondata in Cile nel 2012 da Pablo Manzi e Andreina Olivari con lo scopo di portare in scena nuovi lavori che stimolano una riflessione critica sui tempi di oggi. Con una metodologia basata sulla creazione collettiva, che si focalizza sulla ricerca e l’improvvisazione, Bonobo è diventato uno dei più noti gruppi di teatro della giovane scena cilena. A oggi hanno prodotto tre spettacoli di grande successo, Amansadura (2012), Donde viven los bárbaros (2015) e Tú amarás (2018), presentati nel contesto di festival internazionali, in Germania, Olanda, Spagna, Messico, Brasile, Perù e Cile. 

 

Crediti

Scritto da: Pablo Manzi

Regia: Andreina Olivarí, Pablo Manzi

Con: Gabriel Cañas, Carlos Donoso, Paulina Giglio, Guilherme Sepúlveda, Franco Toledo

Set, costumi e disegno luci: Los Contadores Auditores (Juan Andrés Rivera, Felipe Olivares)

Musica originale: Camilo Catepillan

Traduzione: Carlota Calvi

Produzione esecutiva: Horacio Pérez

Co-produzione: espacio Checoeslovaquia, Fundación Teatro a Mil.

Il progetto è stato parzialmente sviluppato durante una residenza al Baryshnikov Arts Center.

Calendario

mercoledì 15 maggio 2019, ore 18.00
giovedì 16 maggio 2019, ore 18.00

Eventi correlati

Archivi e collezione
Esplora centinaia di contenuti →

Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Caleidoscopio nella Sezione introduttiva a carattere internazionale, nel Salone d'onore
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Interno del Tunnel Pneu, progetto di Jonathan De Pas, Donato D’urbino e Paolo Lomazzi
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Veduta notturna del Palazzo dell'Arte ripreso dalla Torre Lsittoria
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni
Mostra sugli Studi delle proporzioni, allestimento dell'architetto Francesco Gnecchi-Ruscone, esposto nella mostra Studi sulle proporzioni

Acquista online i biglietti per le singole mostre, il biglietto unico per tutte le mostre puoi acquistarlo in biglietteria. La mascherina non è più obbligatoria per visitare le mostre, ma ne raccomandiamo l’utilizzo per garantire a tutti una maggiore sicurezza.

Organizza la tua visita
Sitemap