Triennale di Milano

Paper writing service comes to supplement your sincere efforts in your academics. These services are driven with the noble motto of helping students who are in acute as well as urgent need of a little assistance in their academic activities. Paperwriting calls for excellent command over linguistic paraphernalia and it also necessitates the intervention of high end academic aptitude. The expertise level of the writing service providing entities will fulfill the eligibility criteria of your papers and will assist you in securing higher grades. Because of the esteemed writing service providing entities you will ultimately be able to reach out to your core academic goals.
 

13 Aprile. 18 Aprile 2005.

Triennale di Milano
DESIGN
Condividi con Facebook
Condividi con Twitter
Condividi con Google+
Condividi con LinkedIn

I modelli di Giovanni Sacchi rappresentano un elemento di grande rilievo per chi vuole capire fino in fondo la nascita e le particolarità del design italiano.

Tutti gli oggetti più noti sono passati, in fase di modello, tra le mani di Sacchi: frigoriferi, orologi, radio, macchine da scrivere, macchine per cucire, televisori, telefoni, calcolatori, ecc.

Per cinquant’anni, a partire dall’incontro con Marcello Nizzoli, la “bottega” di Giovanni Sacchi, modellista milanese, è stata crocevia di esperienze, incontri, sperimentazioni che hanno contribuito al successo del design Made in Italy. Quasi tutti i designer più noti, italiani e stranieri (da Nizzoli ai Castiglioni, da Munari a Zanuso, da Bellini a Sottsass, da Sapper a Colombo e tanti altri), hanno lavorato nel laboratorio di via Sirtori, in cui sono stati costruiti più di ventimila modelli di design e di architettura.

Nel 1998 Giovanni Sacchi è stato insignito del Premio 
Compasso d’Oro ADI alla carriera.


In occasione dei Salone 2005, Cosmit e La Triennale di Milano rendono un doveroso omaggio a uno dei principali protagonisti del mondo del design, a chi ha saputo verificare la fattibilità delle idee di cinquant’anni di storia del progetto italiano. 

TAGS