Triennale di Milano

Paper writing service comes to supplement your sincere efforts in your academics. These services are driven with the noble motto of helping students who are in acute as well as urgent need of a little assistance in their academic activities. Paperwriting calls for excellent command over linguistic paraphernalia and it also necessitates the intervention of high end academic aptitude. The expertise level of the writing service providing entities will fulfill the eligibility criteria of your papers and will assist you in securing higher grades. Because of the esteemed writing service providing entities you will ultimately be able to reach out to your core academic goals.
 

13 Maggio. 28 Agosto 2005
.

Triennale di Milano
CINEMA
Fullscreen
01/12
02/12
03/12
04/12
05/12
06/12
07/12
08/12
09/12
10/12
11/12
12/12
Condividi con Facebook
Condividi con Twitter
Condividi con Google+
Condividi con LinkedIn

Cura e produzione: Triennale di Milano, ArteUtopia Milano e Lucasfilm Ltd, San Francisco

Progetto di allestimento: Alessandro Perdetti

In occasione dell'uscita dell'ultimo e attesissimo episodio della saga Star Wars- La Vendetta dei Sith - la Triennale di Milano, Lucasfilm e ArteUtopia presentano la mostra Star Wars. The Show.

Il 13 maggio 2005, con una settimana di anticipo su l'uscita del film, e in anteprima europea, la Triennale di Milano ha aperto al pubblico la grande mostra su Star Wars. Gli scenari, i personaggi, i costumi, le architetture, le navi spaziali, gli automi, tutto l’universo di Star Wars è presentato, su una superficie di 1.200 metri quadrati, attraverso circa duecentocinquanta tra oggetti e disegni originali provenienti dagli studi della Lucasfilm (San Francisco, USA).

“Reperti” della lavorazione di tutti e sei i film, compresi quelli completamente inediti dell’ultimo episodio, verranno mostrati in un percorso, insieme spettacolare e fantastico, che suggerirà contemporaneamente la “materialità” di questi oggetti e il valore immaginifico che assumono nella finzione cinematografica, oltre a testimoniare l’altissima perizia tecnica dei loro ideatori e realizzatori.

L’accento è posto sulla bellezza e l’evocatività di questi originali, oltre che sul loro valore di “reperti”, tracce tangibili di un lavoro trentennale che sta all’origine di un genere, se non un mito, riconosciuto in tutto il mondo da milioni di entusiastici fans.

 La mostra rivela la pioneristica creatività degli artisti coinvolti nella creazione della saga Star Wars ed esplora lo sviluppo dell'universo di Starwars, dalla concezione iniziale fino alle scene finali dell'ultimo e attesissimo episodio, documentando inoltre l'evoluzione della tecnica cinematografica degli ultimi trent'anni.

Il nucleo centrale è composto da modelli, costumi e oggetti utilizzati sui set dei sei film, come i celebri droidi R2-D2 e C-3PO, dei quali si possono ammirare gli originali, i costumi per Darth Vader o per la Principessa Amidala, i veicoli spaziali (modelli originali), le maquette dei numerosi e fantastici personaggi creati dalla fantasia di George Lucas e che popolano l'universo Star Wars.



La mostra include alcune sezioni con effetti speciali video e sonori, oltre ad aree interattive, dove il visitatore potrà confrontarsi con la forza dei jedi, o assistere a un duello con le spade laser, o sentirsi Darth Vader per un giorno.

 Una sezione esplora la collaborazione di George Lucas con alcuni artisti capaci di interpretare la sua visione. Sono in mostra disegni originali e dipinti di Ralph McQuarrie, conosciuto per la descrizione dell'Universo Star Wars, e di Doug Chiang, che ha creato il nuovo paesaggio per Episodio I.

 La mostra cerca di creare personaggi e ambientazioni, illustrandone lo sviluppo da disegni concettuali e modelli a rendering e immagini create su computer.



Design e architettura costituiscono, inoltre, un elemento importante nell'immaginario fantastico di Star Wars: dai sofisticati costumi di principi e senatori fino alle straordinarie architetture nelle sterminate città dei vari mondi che costituiscono il teatro dei film. Un rilievo particolare sarà dato all'ambientazione di Episodio II sul lago di Como, attraverso i plastici che assemblano architetture storiche con un risultato fantasioso, e ai fastosi palazzi di Episodio III.



La mostra sarà accompagnata dalla celebre colonna sonora dei film composta da John Williams.

 L'allestimento, curato da Alessandro Pedretti, si propone come uno spettacolo dove gli oggetti protagonisti sono in scena in uno sfondo ricco di suggestioni e atmosfere che ci riportano ad un immaginario di avventura e paesaggio galattico.

Atolli luminosi sui quali sono atterrate astronavi ed esseri stupefacenti, video e colonne sonore dei mitici episodi, gallerie - abitacolo dove si svelano immagini, oggetti e proiezioni, per essere i protagonisti in un’ambientazione di panorami, personaggi e architetture fantastiche.

TAGS